Tiscali.it
SEGUICI

Con il caldo estivo evitare la maionese. Ma la prova costume non c'entra

Occhio ai menù all you can eat e ai piatti pronti. Via libera a piatti gustosi ma che siano semplici e poco grassi. Meglio cibi cotti, poche salse, attenzione a salumi e macedonie e via libera alle verdure crude purchè siano ben lavate

di Tiscali Ambiente   
Shutterstock

Banchetti invitanti che vengono allestiti in ristoranti, stabilimenti balneari, nelle crociere, davanti ai quali non bisogna lasciarsi prendere dalla gola e dagli occhi, riempendosi il piatto, ma sapersi orientare senza rinunciare ai sapori.

Via libera a piatti gustosi ma che siano semplici e poco grassi. Meglio cibi cotti, poche salse, attenzione a salumi e macedonie e via libera alle verdure crude purchè siano ben lavate. Con l'arrivo del caldo arrivano le regole salva-buffet stilate dal Crea Alimenti e Nutrizione, l'ente deputato a stilare e aggiornare le Linee guida per una sana alimentazione.

Occhio ai prodotti freschi e ai salumi

La prima regola è fare attenzione ai prodotti freschi come i latticini, per esempio la mozzarella, la ricotta, lo yogurt, che tendono a deperire con il caldo. Vale lo stesso per la maionese e le altre salse, per le creme dolci o salate, in generale per tutti i cibi a base grassa o troppo acquosa in cui la crescita batterica avviene facilmente. Occhio anche ad alcuni salumi, come il prosciutto cotto o il salame che sono molto suscettibili al caldo che se devono essere serviti richiedono delle accortezze. Meglio quindi scegliere pietanze cotte oppure prodotti adeguatamente refrigerati.

Tonno e legumi: semaforo verde

Tra le fonti proteiche, via libera al tonno che è nutriente, digeribile e non dà problemi di conservazione, ma anche ai legumi ben scolati (piselli, ceci, fagioli), alle uova sode o alla frittata, al formaggio stagionato come Grana o Parmigiano. Meglio insalate di pasta o di riso, piuttosto che piatti ricchi di intingoli come lasagne o arrosti. Verdure crude o cotte non rappresentano un grande problema di sicurezza alimentare, meglio però condirle individualmente sia per dosare il condimento che per mantenerne la fragranza.

Per la frutta meglio sceglierla intera, piuttosto che in macedonia che contiene spesso dello zucchero, oppure già tagliata perchè più deperibile. Per i dolci, meglio pasticcini asciutti o biscotti senza creme.

di Tiscali Ambiente   
I più recenti
A Roma è emergenza per l'abbattimento dei pini. Italia Nostra chiede aiuto all'UNESCO
A Roma è emergenza per l'abbattimento dei pini. Italia Nostra chiede aiuto all'UNESCO
Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Claudia Mura

Nata a Cagliari nel 1968, si è laureata in Filosofia nel 1997. Dopo alcune...

Stefania Divertito

Napoletana, è giornalista d’inchiesta, comunicatrice e scrittrice specializzata...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Serena Ritarossi

Di origine ciociara, classe '94, si laurea in Editoria e Scrittura alla Sapienza...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Ignazio Dessì

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...