Gli alberi di Natale veri salvano l’ambiente: ecco alcune valide ragioni per preferirli a quelli di plastica

Un albero sintetico inquina 4 volte un albero vero, considerate le emissioni di produzione e smaltimento. Incide notevolmente, inoltre, anche il trasporto. Per questo è consigliabile acquistare prodotti naturali specie a chilometro zero

Alberi di Natale veri per difendere l'ambiente (Ansa)
Alberi di Natale veri per difendere l'ambiente (Ansa)
TiscaliNews

Il Pefc talia, l’ente che regola la certificazione della buona gestione del patrimonio forestale, ha spiegato di recente perché acquistare per Natale un albero vero  rappresenta un comportamento più rispettoso dell’ambiente di quanto sia quello dell’acquisto di un albero di plastica.

La ragione è presto detta: un albero sintetico inquina 4 volte un albero vero, considerate le emissioni di produzione e smaltimento. Incide notevolmente, inoltre, anche il trasporto. Per questo è consigliabile acquistare prodotti naturali specie a chilometro zero.

Smaltiti come rifiuti speciali

Gli alberi non naturali inoltre sono prodotti con derivati del petrolio e vanno smaltiti come rifiuti speciali e, stando alla Coldiretti, i 5 milioni di abeti acquistati mediamente in Italia emetterebbero gli stessi gas di un’auto che percorra sei milioni di chilometri.

Alberi di Natale (Ansa)

Tutt’altra cosa dunque allestire un albero di Natale con un abete vero e mettersi in casa un essere vivente che respira, assorbe anidride carbonica e rilascia ossigeno, come fa notare la presidente del Pefc Italia, Maria Cristina d’Orlando.

Limitare l'impatto da trasporto

E’ importante poi che l’albero natalizio giunga da luoghi di coltivazioni vicini, in modo che sia il più basso possibile l’impatto sull’ambiente per il trasporto.

Per assicurarsi che l’albero sia il prodotto di una gestione forestale sostenibile è importante abbia la certificazione che garantisca la maggior trasparenza possibile in termini di tracciabilità, legalità e rispetto dell’ambiente. Da questo punto di vista il logo Pefc rappresenta lo schema più diffuso nel nostro Paese.

Doni in legno

Oltre alle aziende che producono alberi di Natale ce ne sono tante altre in Italia che lavorano il legno. Comprare come regali i loro prodotti significa, quindi, alimentare il circolo virtuoso della sostenibilità e dare impulso alla modifica di certi business che non fanno bene alla natura. Quest’anno, per altro – come spiega Antonio Brunori, segretario generale Pefc Italia, ci sono aziende che utilizzano il legno degli alberi sradicati nel Triveneto dalla tempesta Vaia per creare doni natalizi. Un bel modo per attivare una vera filiera solidale a favore delle zone colpite.