Addio a Ndakasi, la gorilla regina dei selfie si è spenta tra le braccia del suo papà umano

L’esemplare, una femmina di gorilla di montagna, venne trovata nel 2007, quando aveva appena 2 mesi, aggrappata al corpo della madre e accanto ai carpi dell’intera famiglia, massacrata dai bracconieri

Foto Parco nazionale dei Virunga
Foto Parco nazionale dei Virunga
TiscaliNews

La Repubblica democratica del Congo piange per la morta della gorilla di montagna resa celebre da una fotografia del 2019, quando si mise in posa con un suo simile per un selfie con due ranger in un orfanotrofio ubicato nel Parco nazionale dei Virunga. Ndakasi, questo il suo nome, è deceduta dopo "una lunga malattia in cui le sue condizioni sono rapidamente peggiorate", come ha annunciato il Parco via Twitter, aggiungendo che "è morta tra le braccia amorevoli del suo custode e amico di tutta la vita, Andre Bauma". La gorilla era orfana a causa dei bracconieri, responsabili dell'uccisione dei suoi genitori.

“È con sentita tristezza che Virunga annuncia la morte dell’amata gorilla di montagna Ndakasi, nel Senkwekwe Center del Parco per più di un decennio. Ndakasi ha esalato il suo ultimo respiro tra le amorevoli braccia del suo custode e amico di sempre, André Bauma”. Gli ultimi istanti di vita di Ndakasi sono stati immortalati in uno scatto struggente…

“Sono orgoglioso di aver chiamato Ndakasi mia amica”, ha detto Bauma, che si è preso cura della gorilla fin dal 2007. L’ho amata come una bambina e la sua personalità allegra portava un sorriso sul mio viso ogni volta che interagivo con lei”.

Ndakasi aveva 14 anni e, come ribadito dagli amici umani che se ne prendevano cura, era ormai malata da tempo.