Tiscali.it
SEGUICI

Perché i resi gratuiti online stanno danneggiando gravemente l'ambiente

ll costo nascosto dei resi online: i mille giri del fast-fashion che inquina il pianeta" è stato in parte anticipato nella trasmissione andata in onda ieri sera su Rai 3.

di Tiscali Ambiente   
Perché i resi gratuiti online stanno danneggiando gravemente l'ambiente

Abiti venduti, acquistati e resi più volte su siti web, pacchi di vestiti che viaggiano anche per decine di migliaia di chilometri tra l'Europa e la Cina, senza costi per l'acquirente e con spese irrisorie per l'azienda produttrice, ma con enormi danni ambientali: è quanto emerge dall'indagine condotta dall'Unità Investigativa di Greenpeace Italia che per quasi due mesi, in collaborazione con la trasmissione televisiva Report, ha tracciato i viaggi compiuti da alcuni capi d'abbigliamento del settore del fast-fashion acquistati e resi tramite piattaforme di e-commerce. Il rapporto dal titolo "Moda in viaggio. Il costo nascosto dei resi online: i mille giri del fast-fashion che inquina il pianeta" è stato in parte anticipato nella trasmissione andata in onda ieri sera su Rai 3.

Per condurre l'indagine, sono stati acquistati 24 capi d'abbigliamento sulle piattaforme e-commerce di otto tra le principali aziende del settore: Amazon, Temu, Zalando, Zara, H&M, Ovs, Shein e Asos. Prima di effettuare i resi, Greenpeace e Report hanno nascosto un localizzatore Gps in ogni vestito, acquisendo molte informazioni. In 58 giorni, i pacchi hanno percorso nel complesso circa 100mila chilometri attraverso 13 Paesi europei e la Cina. Mediamente, la distanza percorsa dai prodotti per consegna e reso è stata di 4.502 chilometri; il tragitto più breve è stato di 1.147 km, il più lungo di 10.297 km.

Il mezzo di trasporto più usato è risultato il camion, seguito da aereo, furgone e nave. I 24 capi di abbigliamento sono stati venduti e rivenduti complessivamente 40 volte, con una media di 1,7 vendite per abito, e resi per ben 29 volte. A oggi, 14 indumenti su 24 (pari al 58%) non sono ancora stati rivenduti. L'impatto ambientale medio del trasporto di ogni ordine e reso corrisponde a 2,78 kg di CO2 equivalente, emissioni su cui il packaging incide per circa il 16%. 

di Tiscali Ambiente   

I più recenti

Pichetto, avviata la valutazione ambientale sul Ponte
Pichetto, avviata la valutazione ambientale sul Ponte
Cala Luna si 'blinda' per l'estate, numero chiuso da giugno
Cala Luna si 'blinda' per l'estate, numero chiuso da giugno
Ciucci, oggi sul Ponte nessun passo falso, ma passo avanti
Ciucci, oggi sul Ponte nessun passo falso, ma passo avanti
Ciucci, le osservazioni del Mase sul Ponte sono congrue
Ciucci, le osservazioni del Mase sul Ponte sono congrue

Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...