Tiscali.it
SEGUICI

Scoperto un alleato dei coralli che li aiuta contro lo stress causato dai cambiamenti climatici

Non si tratta di un'alga, bensì di un parassita unicellulare che li protegge dagli effetti del riscaldamento del mare

TiscaliNews   
Foto Ansa
Foto Ansa

I coralli hanno un microscopico alleato che li aiuta a resistere ai cambiamenti climatici: non si tratta di un'alga, bensì di un parassita unicellulare che li protegge dagli effetti del riscaldamento del mare. Lo hanno scoperto i ricercatori dell'Università di Miami e dell'Istituto di biologia evolutiva di Barcellona, che pubblicano i risultati sulla rivista Environmental Microbiology.

Non si tratta di un'alga

"Questa è la prima volta che un microrganismo diverso dalle alghe ha dimostrato di influenzare la capacità dei coralli di sopravvivere a un evento di stress da calore", osserva il coordinatore dello studio, Javier del Campo. “Poiché i coralli affrontano sempre più eventi di stress termico dovuti ai cambiamenti climatici, una migliore comprensione di tutti i microrganismi che possono influenzare la sopravvivenza - aggiunge - può indicare agli esperti di conservazione quali coralli dovrebbero avere la priorità nei loro interventi”.

Lo studio è stato condotto sui microrganismi (batteri e protisti) presenti su diversi campioni di corallo raccolti in vari punti del Mediterraneo, amplificando e sequenziando l'Rna ribosomiale, ossia la tipologia di Rna più abbondante nelle cellule contenuta nelle strutture che assemblano le proteine. I ricercatori si sono focalizzati in particolar modo sulla gorgonia rossa (Paramuricea clavata), un elemento fondamentale delle barriere coralline del Mediterraneo che sono attualmente minacciate da eventi di mortalità di massa legati al riscaldamento globale. Dopo aver analizzato il microbioma presente sui campioni di coralli, gli studiosi li hanno sottoposti a stress da calore in laboratorio per valutarne la mortalità.

Parassiti unicellulari chiamati Syndiniales

I risultati dell'esperimento dimostrano che i protisti unicellulari chiamati Syndiniales sono tipicamente presenti sui coralli che resistono all'aumento delle temperature, mentre i protisti corallicoidi sono più comuni nei coralli che muoiono per il troppo caldo. “Il microbioma - conclude del Campo - è una componente vitale della salute del corallo ospite e dovremmo studiarne tutti i membri, dai batteri ai protisti”.

TiscaliNews   
I più recenti
Taylor Swift presa di mira dagli attivisti per il clima: cosa fanno al suo aereo privato
Taylor Swift presa di mira dagli attivisti per il clima: cosa fanno al suo aereo privato
Bambini che protestano contro i cambiamenti climatici. foto Ansa
Bambini che protestano contro i cambiamenti climatici. foto Ansa
Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Claudia Mura

Nata a Cagliari nel 1968, si è laureata in Filosofia nel 1997. Dopo alcune...

Stefania Divertito

Napoletana, è giornalista d’inchiesta, comunicatrice e scrittrice specializzata...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Serena Ritarossi

Di origine ciociara, classe '94, si laurea in Editoria e Scrittura alla Sapienza...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Ignazio Dessì

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...