Tiscali.it
SEGUICI

Tra meno di 30 anni il mondo resterà senz’acqua dolce da bere. A rischio oltre 4.3 miliari di persone

di R. Z.   
Foto Shutterstock
Foto Shutterstock

Chi vive nelle cosiddette aree ricche del pianeta potrebbe non capire l’emergenza, perché il problema, di fatto, ancora non lo riguarda. Il mondo, tuttavia, sta esaurendo le ultime riserve d’acqua dolce, con conseguenze a dir poco catastrofiche. Entro il 2050 ben 4.3 miliardi di persone vivranno l’emergenza sulla propria pelle, e saranno costrette a vivere “in aree aride e regioni ad elevato stress idrico”. Benché il nostro Pianeta sia in gran parte ricoperto d’acqua, soltanto la metà dell'1 per cento dell'approvvigionamento idrico mondiale è acqua dolce in forma liquida, il resto è acqua salata o congelata nei ghiacciai.

Un mondo arido, l'acqua dolce sta finendo

“Entro il 2050 – evidenzia un rapporto del World Resources Institute (Wri) – un altro miliardo di persone vivrà in aree aride e regioni ad elevato stress idrico”, questo si aggiungerà ai 3,3 miliardi di persone oggi costrette a vivere nell’emergenza, e dunque a lottare per avere l’acqua necessaria per sopravvivere. Il problema, attualmente, riguarda nazioni che si trovano in Medio Oriente e nel Nord Africa, ma in futuro? L'Asia meridionale è la regione più densamente popolata, e la popolazione continua a crescere, e di pari passo aumenta anche la domanda d’acqua.

Un problema che riguarda tutto il mondo

Anche le nazioni ricche stanno iniziando a toccare con mano l’emergenza. In Spagna, come anche in Italia, la siccità estiva sta riducendo la quantità e la qualità dei raccolti. La carenza d’acqua riduce anche le produzioni autunnali, come quella delle olive (ma non solo). Arizona, New Mexico, Colorado, Nebraska, California e Idaho consumano ormai più acqua di quanta ne possano fornire le riserve sotterranee. Per far fronte al problema, che toccherà dunque tutti, si dovranno preparare e implementare dei progetti di recupero che riducano (o azzerino completamente lo spreco idrico.

Ma l'emergenza potrebbe esser più grave del previsto

Il rapporto già così drammatico non sembra però tener conto dei dati relativi alle reali riserve di acque sotterranee. Queste vengono oggi saccheggiate senza quasi controllo e sfruttate fino a prosciugare laghi, fiumi e bacini. Le nuove stime potrebbero pertanto soltanto minimizzare il rischio futuro. Molte aree rurali, infatti, utilizzano le acque sotterranee per l'acqua potabile e gli agricoltori di tutto il mondo fanno affidamento su di esse per l'irrigazione. Ed è proprio per la produzione alimentare che si consumano più risorse. Secondo gli esperti, nel mondo, il 70 per cento dell’acqua dolce viene utilizzata nei campi. La tendenza globale è “allarmante”, e la domanda d’acqua sembra destinata a crescere in molti settori. L’acqua è, al pari dell’ossigeno, un bene essenziale, anche se troppo spesso diamo per scontata la sua disponibilità quasi illimitata.

di R. Z.   
I più recenti
In passato era stata trovata in Liguria. In foto, i rilievi. Ansa
In passato era stata trovata in Liguria. In foto, i rilievi. Ansa
Immagine tratta da un video registrato durante le esercitazioni di aprile 2023
Immagine tratta da un video registrato durante le esercitazioni di aprile 2023
Orsi, la Romania sceglie la soluzione drastica
Orsi, la Romania sceglie la soluzione drastica
Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Claudia Mura

Nata a Cagliari nel 1968, si è laureata in Filosofia nel 1997. Dopo alcune...

Stefania Divertito

Napoletana, è giornalista d’inchiesta, comunicatrice e scrittrice specializzata...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Serena Ritarossi

Di origine ciociara, classe '94, si laurea in Editoria e Scrittura alla Sapienza...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Ignazio Dessì

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...