Disidratati e bruciati vivi: l'orribile fine dei koala a causa degli incendi in Australia

A rischio la popolazione del 'triangolo dei koala' sulla costa orientale, già perso il 95% dei koala nel mondo. Secondo gli studiosi si estingueranno in 30 anni

Codice da incorporare:
TiscaliNews

Abbiamo già perso il 95% dei koala nel mondo. E adesso, in 30 anni, potremmo dover dire addio alla popolazione che vive in uno degli ultimi baluardi di questa specie, il cosiddetto 'Triangolo dei koala', un'area che si estende da Noosa nel Queensland meridionale a Gunnedah nel nord-est del New South Wales, messo in ginocchio dagli incendi senza precedenti, favoriti anche dal riscaldamento globale, aggravati dall’eccessivo disboscamento e lo sviluppo agricolo e urbano.

Qui, secondo le stime del Wwf Australia, gli incendi potrebbero aver ucciso circa 350 animali, oltre ad aver distrutto buona parte dell’habitat primario della specie. Un duro colpo, soprattutto calcolando che le popolazioni dei koala nel New South Wales e del Queensland si sono già quasi dimezzate in 20 anni a causa della perdita di habitat e che oggi resta in Australia solo il 5% della popolazione di koala che viveva in questo continente solo pochi secoli fa.

Visualizza questo post su Instagram

🇮🇹-STRAGE DI KOALA IN AUSTRALIA È emergenza nel New South Galles in Australia a causa dei numerosi  incendi che si stanno sviluppando in tutto il paese ormai da giorni. Sono centinaia le case distrutte e si contano purtroppo  anche delle vittime tra la popolazione locale. In tutto ciò anche un numero impressionante di koala sono morti: oltre 350, una vera e propria strage. La colonia viveva nella riserva naturale del Lago Innes, ed è stata totalmente spazzata via dalle fiamme: «Prima dell’incendio c’erano circa 500-600 animali, è una tragedia nazionale perché questa popolazione di koala era veramente unica». I koala sopravvissuti sono stati portati in un centro di recupero è molti di loro presentano purtroppo ustioni sul 90% del loro corpo. Nel video potete vedere uno di questi koala che, stremato, accetta beve dell'acqua offerta dai suoi soccorritori. . . 🇬🇧-It is an emergency in New South Wales in Australia due to the many fires that have been developing throughout the country for days now. Hundreds of homes have been destroyed and there are unfortunately also victims among the local population. In all this even an impressive number of koalas have died: over 350, a veritable massacre. The colony lived in the Lake Innes nature reserve, and was totally wiped out by the flames: "Before the fire there were about 500-600 animals, it is a national tragedy because this koala population was truly unique." The surviving koalas have been taken to a recovery center and many of them unfortunately have burns on 90% of their bodies. In the video you can see one of these koalas that, exhausted, accepts drinking water offered by its rescuers. . . . . Video by @larepubblica Photo by Saeed khan #ecologicamentea0 #earthday #ecology #rubbish #plastic #plasticfree #globalwarming #likeforlikes #pollution #waste #savetheplanet #savetheworld #greenenergy #cigarette #ecologia #climatestrike #plasticbottle  #sea #saveocean #fridaysforfuture #zerowaste #fridayforfuture #climatestrike #raccoltadifferenziata #saveearth #greenpeace #lesswaste #inquinamento #gretathunberg

Un post condiviso da EcologicamenteA.0 (@ecologicamentea.0) in data:

La salvezza di questa specie dipende totalmente dagli alberi, che forniscono ai koala cibo, riparo e sicurezza. Senza foreste, i koala sono anche più esposti al rischio di essere investiti sulle strade o attaccati dai cani e maggiormente stressati e vulnerabili alle malattie. Perdere le foreste, significa perdere l’habitat primario dei koala, e mettere a serio rischio la sopravvivenza della specie nel prossimo futuro.

Il Port Macquarie Koala Hospital teme che i koala sopravvissuti nella zona possano morire di disidratazione e incoraggia le persone a lasciare contenitori d'acqua alla base degli alberi. L'ospedale sta anche cercando di distribuire stazioni automatiche di abbeveraggio che contribuiranno ad aiutare la fauna selvatica nella difficile lotta per la sopravvivenza.

“Quando gli incendi si fermeranno, sarà necessario ripristinare l'habitat dei koala che è andato perduto - spiega Stuart Blanch del Wwf Australia - Oltre agli incendi, infatti, le foreste esistenti sono oggi messe in serio pericolo dall’uso dei bulldozer per il disboscamento industriale. Diventa sempre più importante dunque fermare la distruzione di questo habitat, al quale gli ultimi drammatici incendi contribuiscono in modo preoccupante”.

Per fermare tutto questo, il Wwf lavora sul campo nei centri di recupero in Australia per soccorrere e curare i koala feriti e a livello politico e sociale per fermare le pratiche di disboscamento eccessivo.

Adotta un Koala

Fonte Adnkronos
 
Fonte video: Icona News