Tiscali.it
SEGUICI

Città costiere finiranno sott’acqua, studio shock prevede un innalzamento dei mari di oltre 50 centimetri

Il processo di scioglimento sembra ormai irreversibile e il pianeta dovrà prepararsi a fronteggiare scenari apocalittici

di Roberto Zonca   

Il mondo come lo conosciamo potrebbe presto cambiare. I mutamenti climatici, ciclici ma per alcuni versi velocizzati dalle attività umane, non sempre rispettose dell’ambiente, causeranno progressivamente lo scioglimento totale della calotta glaciale in Groenlandia. Ciò causerà l’innalzamento dei livelli del mare e moltissime città rischieranno di scomparire. Il processo, ormai "irreversibile", viene descritto come un disastro senza precedenti in tutta la storia dell’uomo. Un recente studio, condotto dal professor Jason Box, del National Geological Survey of Denmark and Groenland, sostiene che lo scioglimento sarà rapido e incontrollabile, tanto da mettere a rischio la vita di milioni di persone e causare ingenti danni all’economia mondiale.

Il dottor Jason Box, Geological Survey of Denmark

L’esperto e il suo team ritengono che l’umanità dovrà prepararsi a gestire un innalzamento del livello dei mari di almeno 27 centimetri. Il dato, di per sé allarmante, sarebbe in realtà estremamente ottimistico. Stando allo studio pubblicato integralmente sulle pagine della rivista scientifica Nature Climate Change, e poi ripreso dal tabloid britannico The Guardian, il dato più realistico sarebbe non inferiore al doppio: 54 o più centimetri, indipendentemente dal mitigarsi della crisi climatica in corso.

La Groenlandia, di fatto, scaricherà nell’oceano tant’acqua da sommergere una moltitudine di città costiere. Se tutti i ghiacci dovessero scigliorsi, inoltre, i livelli dei mari salirebbero di oltre 7 metri, ma in questo caso il mondo dovrebbe affrontare una vera e propria apocalisse. Box non ha saputo stimare l’anno esatto del disastro, ma sembra ci siano gli elementi sufficienti per asserire, con certezza assoluta, che il tutto si verificherà entro il 2100.

Riferimenti
di Roberto Zonca   
I più recenti
Taylor Swift presa di mira dagli attivisti per il clima: cosa fanno al suo aereo privato
Taylor Swift presa di mira dagli attivisti per il clima: cosa fanno al suo aereo privato
Bambini che protestano contro i cambiamenti climatici. foto Ansa
Bambini che protestano contro i cambiamenti climatici. foto Ansa
Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Claudia Mura

Nata a Cagliari nel 1968, si è laureata in Filosofia nel 1997. Dopo alcune...

Stefania Divertito

Napoletana, è giornalista d’inchiesta, comunicatrice e scrittrice specializzata...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Serena Ritarossi

Di origine ciociara, classe '94, si laurea in Editoria e Scrittura alla Sapienza...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Ignazio Dessì

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...