Cane bovaro assunto da un’agenzia funebre: sarà un sostegno emotivo per i parenti del defunto

Mochi, prima di entrare in servizio, dovrà essere adeguatamente addestrato

di Roberto Zonca

Affrontare la dipartita di una persona cara costringe la maggior parte delle persone a gestire un carico emozionale intenso e doloroso. Per tentare di alleviare questo fardello, un’agenzia funebre di Franklin, nello stato della Carolina del Nord, ha pensato di offrire ai propri clienti un innovativo supporto emotivo attraverso un dipendente molto speciale: un cucciolo di cane bovaro del bernese. Il cane, dopo un adeguato addestramento presso un centro di Asheville, diventerà l’amico solidale per intere famiglie.

L’agenzia funebre Macon ha già selezionato il nuovo dipendente a quattro zampe. Si chiama Mochi e, garantiscono gli stessi datori di lavoro, con la sua stazza ingombrante, e ancor più grazie alla sua dolcissima indole, consentirà a tanti di metabolizzare meglio il dolore del lutto. “Ora - commenta Tori McKay, amministratrice dell'agenzia funebre - speriamo che possa diventare a tutti gli effetti un membro del nostro team di supporto al dolore. Era un sogno che avevo da molto tempo, da dieci anni per l'esattezza. Il bovaro del bernese è un cane molto leale, affettuoso e gentile, ed è sempre stata la mia prima scelta per un cane da terapia del dolore”.

Nonostante non sia ancora ufficialmente formato per dare un supporto emotivo alle famiglie, Mochi sta già dimostrando di esser in qualche modo utile. La sua semplice presenza in ufficio ha migliorato la quotidianità dei dipendenti. “Ora il suo ‘lavoro’ quotidiano è quello di socializzare – sottolinea Tori -. Già si è fatto amare da tutti. Poi, raggiunta l'età, andrà in un centro di addestramento di Asheville, dove potrà diplomarsi ed entrare ufficialmente in servizio come cane di supporto”.