Dai trasportini ai teli, senza scordare la cintura di sicurezza: gli accessori indispensabili per viaggiare con il cane

Arriva la bella stagione e, grazie anche all’allentamento delle norme inerenti le restrizioni sugli spostamenti, ci si potrà finalmente spostare per una breve vacanza con i nostri amici a quattro zampe

Foto Ansa
Foto Ansa
di R.Z.

La voglia di vacanza non è mai stata così viva nei nostri animi. Le restrizioni imposte dalla pandemia di Covid-19 porterà molti italiani a organizzare delle vacanze magari non lunghe, ma certamente indimenticabili. Le tantissime persone che condividono la propria casa con uno o più cani punteranno probabilmente alle mete dove Natura e relax sono gli ingredienti principali. Ma un buon viaggio comincia ancor prima di partire, durante la sua stessa pianificazione. Chi viaggia con Fido deve programmare ogni singolo dettaglio, e in questo breve approfondimento cercheremo di valutare cosa è necessario avere prima di partire.

Ricordiamo che, al pari degli esseri umani, anche per i cani esistono degli obblighi. In primis il padrone ricordi di portare sempre con sé i documenti dell’animale. Poi va ricordato che i cani devono viaggiare nel vano porta bagagliaio o nei sedili posteriori separati da una rete oppure con gli altri sistemi di ritenuta consentiti dalla legge. Tra queste sono comprese anche le cinture di sicurezza. In ogni caso l’animale non deve “mai” essere accanto al guidatore, ma va sempre sistemato nei sedili posteriori, anche se sarebbe preferibile tenere il nostro Fido nel bagagliaio e utilizzare un retina di separazione.

“È consentito il trasporto di soli animali domestici – dice la legge 285 del 1992 del Codice della Strada - anche in numero superiore a uno, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.”. Quindi: mai cani in braccio o liberi in auto, rischiando di essere da intralcio per chi guida o fonte di distrazione. Mai cani allacciati ai sedili con le classiche cinte ma – eventualmente – con cintura di sicurezza per cani rispettose del Codice della Strada.

Dimmi che cane hai e ti dirò quali accessori scegliere

Se il vostro amico a quattro zampe è di piccola taglia, il viaggio avverrà presumibilmente all’interno di un trasportino, capace di offrirgli confort e sicurezza ovunque questo venga posto all’interno dell’auto. Diversamente, se Fido è – ipotizziamo - un cane di stazza medio-grande, la scelta dovrà ricadere su una spaziosa e robusta gabbia da posizionare nel vano porta bagagli, che inevitabilmente sottrarrà spazio ai vostri bagnagli: ma diciamocelo, per noi che amiamo il nostro amico “pelosone” questo non sarà un problema. Vediamo dunque i due accessori.

Come scegliere il trasportino

Sul mercato esistono ormai una infinità di modelli di trasportino tra i quali scegliere. Volendo, tuttavia, possiamo dire che la scelta può ricadere tra tre tipologie di prodotto: morbido, semirigido o rigido. Scegliere, in ogni caso, potrebbe essere più complicato del previsto. Di seguito cercheremo di capire come prendere una decisione che certamente facile non è.

Fattori da tenere in considerazione

Prima di lanciarci nell’acquisto compulsivo del trasportino dobbiamo aver ben presenti le misure del nostro cane. La cuccia da viaggio, infatti, deve essere sufficientemente grande da consentire a Fido di stare in piedi, seduto o sdraiato: impensabile affrontare un viaggio sempre sdraiati. A tal riguardo occorre considerare la lunghezza del dorso e il peso. Per misurare il dorso bisogna munirsi di un semplice metro e misurare la lunghezza della schiena, ossia dal tartufo all’attaccatura della coda. La misura rilevata, a questo punto, andrà aumentata del 50 per cento, per offrire al nostro amico la possibilità di sgranchirsi le ossa. Anche il peso è importante. Un trasportino destinato ad un animale grosso sarà certamente più robusto, e durerà più a lungo.

Stabilite le dimensioni si può procedere nella scelta

Sul mercato esistono tantissimi modelli di trasportino che possiamo suddividere in tre macro categorie: trasportino morbido; semirigido e rigido.

Il trasportino morbido è realizzato in tessuto (o plastica sottile). Sul mercato ne esistono di diverse forme. Questa tipologia, solitamente, è indicata per i cani di piccola taglia.

Il trasportino semirigido, invece, può essere realizzato in robusta plastica. Tali accessori sono indicati sempre ai proprietari di cani di piccola taglia, ma che sono sovente costretti a viaggiare con i loro amici a 4 zampe.

I trasportini rigidi sono invece realizzati in plastica dura o in alluminio. Questi sono indicati per tutti i possessori di cani di taglia media e grossa. Viste le dimensioni il Codice della strada prevede siano omologati. Apriamo una breve parentesi: in questo approfondimento si parla principalmente di viaggi in auto. Aggiungiamo una nota per coloro che intendono invece spostarsi in aereo: è possibile trasportare un cane di grossa taglia in aereo soltanto se lo stesso viene sistemato all’interno di un trasportino omologato IATA.

Torniamo al nostro viaggio in automobile

Non sempre i trasportini classici sono idonei al trasporto dei nostri amici cani. La stazza di alcuni esemplari, infatti, può essere incompatibile con quelle che, messe a loro vicino, apparirebbero quasi come delle “gabbiette”. E allora, per questi colossi a 4 zampe, la soluzione sono le gabbie da portabagagli. Realizzate in robusto alluminio offrono ai loro ospiti sicurezza e confort. Queste vanno ancorate con imbracature specifiche.

E se il cane è anziano diamogli una mano

Per i cani avanti con gli anni, fare un salto per salire sul vano portabagagli, potrebbe essere uno sforzo eccessivo. Potreste aiutarlo sollevandolo voi stessi da terra, ma secondo la stazza di Fido lo sforzo potrebbe esser ugualmente proibitivo, oppure agevolarlo con una rampa. La si trova per poche decine di euro, ma non rimpiangerete mai la spesa fatta.

Le regole fondamentali

E’ essenziale ricordare alcune regole fondamentali per assicurare al nostro amico cane il benessere durante un viaggio in macchina:

- Abitua il tuo cane ad andare in macchina regolarmente fin da cucciolo
- Assicurare un ricircolo d’aria naturale nell’abitacolo ed evitare l’aria condizionata
- Non lasciare mai il cane da solo in auto, per nessun motivo
- Tenete sempre almeno un finestrino aperto (anche in inverno)
- Portate acqua a sufficienza per dissetare Fido
- Evitare di somministrare del cibo prima della partenza
- Nel caso di viaggi lunghi fermarsi ogni 2 ore per fargli fare dei bisogni e per bere acqua fresca
- Se ci si ferma meglio parcheggiare in zone ombreggiati