Coronavirus, nessun pericolo dagli animali da compagnia: non trasmettono il virus

Il documento rilasciato da Istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani, Ministero della Salute e Istituto superiore della Sanità contro l’abbandono dei nostri piccoli amici

Coronavirus, nessun pericolo dagli animali da compagnia: non trasmettono il virus
TiscaliNews

Cani, gatti, piccoli roditori, volatili e pesci non sono una minaccia per la salute dell’uomo. A ribadirlo è l’Istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani che, unitamente con il ministero della Salute e l’Istituto superiore della Sanità, ha evidenziato l’inesistenza del rischio di trasmissione del coronavirus. “Gli animali da compagnia - si legge nel vademecum diffuso per fronteggiare l’emergenza - non diffondono il nuovo coronavirus”. Il chiarimento, doveroso, è arrivato per scongiurare i possibili abbandoni.

Anche la World Small Animal Veterinary Association, in un documento tradotto in italiano dall’Ordine dei Medici Veterinari, si precisa non vi siano prove scientifiche che suggeriscano che un animale specifico sia fonte d’infezione. “I coronavirus appartengono alla famiglia dei Coronaviridae – si legge nel comunicato -. Gli alfa e beta-coronavirus di solito infettano i mammiferi, mentre i coronavirus gamma e delta di solito infettano gli uccelli ed i pesci. Il coronavirus canino che può causare lieve diarrea nel cane ed il coronavirus felino, che può causare la Peritonite infettiva felina (FIP) nel gatto, sono entrambi alfa-coronavirus. Fino alla comparsa di nCoV-2019, che appartiene ai betacoronavirus, c’erano solo sei coronavirus noti in grado di infettare l’uomo e causare malattie respiratorie, inclusi il coronavirus della sindrome respiratoria acuta grave SARS-CoV ed il coronavirus della sindrome respiratoria mediorientale MERS-CoV”.

Attualmente non ci sono prove che gli animali possano essere infettati con questo nuovo coronavirus e che possano esser dunque loro stessi fonte di infezione per le persone. Sebbene non ci siano state segnalazioni di animali domestici o altri animali che si ammalano con il nCoV-2019, diversi tipi di coronavirus possono causare delle malattie trasmissibili tra animali e persone.