Lo studio: dieci minuti di camminata per allungare la vita

Lo studio: dieci minuti di camminata per allungare la vita

Bastano davvero 10 minuti di camminata per allontanare i rischi dovuti a una vita sedentaria. Lo afferma uno studio su JAMA Internal Medicine, che aggiunge ulteriore bibliografia su un tema sensibile come la salute. Proprio qui, sulle pagine di Costa Smeralda, sono stati pubblicati fior fior di studi sui vantaggi dell’attività fisica. Dai consigli per l’allenamento estivo, la guida di due studi sulla longevità, fino ai benefici sull’ansia degli atleti che effettuano delle gare annuali. Tutti, in un modo o nell’altro, sostengono che più lo stile di vita è corretto, e più il nostro corpo alla fine ne gioverà se si guardano i dati nel lungo periodo. La scienza infatti è uno strumento utili per comprendere al meglio i nostri comportamenti, ma spesso, come nota anche il The New York Times, ci si è dimenticato che non tutti, per diverse ragioni, non riescono a rientrare all’interno di quegli standard per un corretto esercizio fisico. Proprio per questo si è cercato di trovare ulteriori risposte scientifiche concentrandosi sui possibili benefici che stanno sotto le linee guida ufficiali come quelle adottate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo cui l’ideale sarebbe effettuare 150–300 minuti di attività fisica moderata, oppure 75–150 minuti di esercizio fisico intenso durante la settimana.

Lo studio

I responsabili del National Cancer Institute e del C.D.C. si sono dunque messi al lavoro cercando di scovare possibili risultati che potessero soddisfare la loro ricerca. Per prima cosa, si sono concentrati sul tipo di campione da analizzare, pescato per l’occasione all’interno del database del National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES). Le informazioni che si possono trovare spaziano dallo stile di vita alla salute degli utenti, insieme al tracciamento delle attività svolte nel corso del tempo. Gli studiosi hanno cercato dunque di concentrare i loro sforzi su 4840 partecipanti per un’età compresa dai 40 ai 85 anni, che dal 2003 al 2006 hanno indossato un accelerometro in modo così da suddividere i dati per 8 singole categorie (0 -19; 20 - 39; 40 - 59; 60 - 79; 80 - 99; 100 - 119, 120 - 139; più di 140 minuti di attività).

I risultati

Sulla base delle informazioni raccolte si è cercato di stimare, usando la statistica, l’indice di mortalità a seconda delle indicazioni ottenute dallo studio. E da qui si arriva ai primi risultati che fanno ben sperare. La ricerca afferma che 10 minuti di camminata possono evitare 111,174 morti l’anno (il 7%). Un dato che aumenta a 209,459 decessi con 20 minuti (13.0%), e 272.297 con 30 minuti (16.9%).