Spettacolo sulle strade della Gallura: al via il Rally storico Costa Smeralda

Spettacolo sulle strade della Gallura: al via il Rally storico Costa Smeralda

Il rombo dei motori rievoca la storia, la leggenda, il grande spettacolo su quattro ruote che per anni ha fatto sognare migliaia di sportivi sugli sterrati della Gallura. Il momento è arrivato: il Rally internazionale storico Costa Smeralda è ai nastri di partenza. Nonostante l’emergenza sanitaria che di certo non facilita l’organizzazione degli eventi sportivi, venerdì 16 e sabato 17 ottobre andrà finalmente in scena la terza edizione di una manifestazione nata per tenere in vita la tradizione del leggendario Rally Costa Smeralda, fondato nel 1978 dal principe Karim Aga Khan e dall’allora presidente dell’Aci di Sassari, Don Franco di Suni. Solo pochi giorni fa, invece, nel nord Sardegna, a conquistare la scena è stata la tappa italiana del mondiale di rally Wrc, riconfermata anche per il 2021.

La competizione, che avrà come base e cuore pulsante il borgo di Porto Cervo, si svolgerà lungo le strade della Gallura, anche nei dintorni della Costa Smeralda, da San Pantaleo ad Aglientu, e avrà come protagoniste le auto che nei decenni hanno fatto la storia di questo sport. La presentazione ufficiale si è svolta nella sala consiglio della sede dell’Aci di Sassari, alla presenza del presidente Giulio Pes di San Vittorio. La manifestazione, in realtà, è suddivisa in tre: rally, gara di regolarità sport e gara di regolarità media. Per quanto riguarda il rally, c’è da ricordare che quest'anno alla tappa sarda è stata riconosciuta la validità per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche, oltre alla riconferma di quella per il Trofeo A112 Abarth Yokohama e della new entry della Michelin Historic Rally Cup. A sfidarsi sulle otto prove speciali in programma, sotto il controllo e la direzione gara di Fabrizio Fondacci, saranno i maggiori protagonisti del settore dei rally storici, nei palmarès dei quali sono decisamente numerosi i titoli nazionali ed europei. Inoltre saranno presenti i protagonisti del Campionato Italiano Regolarità a Media, che a Porto Cervo si giocheranno il secondo round della serie.

Durante la conferenza di presentazione del terzo Rally internazionale storico Costa Smeralda è stata sottolineata l’importanza della manifestazione al di là degli aspetti prettamente sportivi. L’evento, infatti, contribuirà anche quest’anno a dare un impulso all’economia e al turismo del territorio visto l’alto numero dei partecipanti e dei rispettivi team. Tra le altre cose, quest’anno il rally ospiterà anche la troupe media di Aci Sport, che diffonderà immagini e servizi video. Sempre durante la conferenza stampa il presidente dell’Aci sassarese, Giulio Pes di San Vittorio, ha voluto ringraziare le persone, gli enti, le società e le associazioni che hanno deciso di sostenere e patrocinare il rally: assessorato regionale al Turismo, Comune di Arzachena, Comune di Olbia, Consorzio Costa Smeralda, Marriott, Aci storico, Camera di Commercio di Sassari e il brand Mirtò, che organizzerà il Villaggio Sardegna a Porto Cervo. Per tutte le informazioni su tappe, equipaggi e team si possono visitare il sito ufficiale del Rally internazionale storico Costa Smeralda e il sito di Aci Sport dedicato alle auto storiche.