Olio geniale 2021, l'Accademia Olearia di Alghero trionfa con un gelato

Olio geniale 2021, l'Accademia Olearia di Alghero trionfa con un gelato

Dopo il Biol Novello 2020 di Bari, l’Accademia Olearia di Alghero non sembra proprio volersi fermare. L’azienda della famiglia Fois ha deciso di partecipare all’edizione 2021 di Olio geniale, un concorso che si occupa di valorizzare una produzione consapevole dell’olio d’oliva, seguendo un approccio familiare e rispettoso delle tradizioni. Ma la genialità di certi prodotti si trasmette con dei piatti di grande valore, accompagnandoci in un lungo viaggio di sapori fino all’ultima portata, il dessert. Ed è proprio su questo punto che l’azienda di Giuseppe Fois, insieme ai figli Antonello Alessandro, ha puntato per Olio geniale.

Un gelato al gusto di limone

L’impresa olearia ha infatti optato per un gelato al limone, che in Sardegna, come per il resto d’Italia, rappresenta un vero toccasana per concludere al meglio il pranzo o la cena durante l’estate. La scelta può sembrare insolita, ma chi conosce bene i propri ingredienti sa anche come associarli in un piatto come questo, dove la dolcezza e l’acidità spiccano su ogni altro sapore. La decisione di mettere il Bosana Monocultivar è risultata essere un modello vincente. Merito delle sue olive verdi uniche, con un aroma che fa emergere il gusto del carciofo e del cardo, e il suo gusto fruttato che lo rende particolarmente intenso. Per ottenere questo tripudio di sapori, si è deciso di lavorarle a freddo nello stesso momento della raccolta delle olive verdi. Un processo che ha certamente inciso sulla qualità dell’olio.

Il concorso

L’idea di questo dessert ha permesso all’Accademia Olearia di Alghero di mettersi tra i primi posti dell’edizione Olio geniale 2021, che dal 2000 sta incentivando l’olio giornaliero per la famiglia, una produzione che non coinvolge solo le aziende nazionali, ma anche le imprese a livello internazionale. Per rientrare in questa lista, è necessario che l’olio debba rispettare dei requisiti specifici: la qualità, il prezzo (contenuto), la flessibilità d’uso in cucina (grazie a delle ricette esclusive) e la salute. Quest’ultimo punto, oltre a essere determinante per la partecipazione al concorso, per Frantoio Celletti, ha assunto un valore ulteriore dal 2019 grazie al premio Health Awards, che supporta in modo significativo la campagna di prevenzione oncologica dell’Istituto Europeo Oncologico, con il Professor Paolo Veronesi a decretare il migliore per questa categoria.

Le parole di Antonello Fois

La vittoria dell’Accademia Olearia di Alghero dimostra un periodo particolarmente florido per la produzione olearia di questa Regione, dove i prodotti sono messi in rilievo attraverso delle scelte che sanno davvero restituire il loro valore. «Nonostante il periodo particolare che stiamo vivendo - afferma Antonello Fois all’ANSA - continuiamo a lavorare nel processo di crescita avviato da tempo, con lo stesso impegno di sempre e la stessa passione e amore per la tradizione che la nostra famiglia impiega da quattro generazioni, per la valorizzazione della natura di Alghero e della sua produzione agroalimentare».

>