Lo stilista Antonio Marras unisce moda, cinema e archeologia nuragica

Lo stilista Antonio Marras unisce moda, cinema e archeologia nuragica

La firma è decisamente d’autore. Lo stilista Antonio Marras unisce moda, cinema e archeologia nuragica. È l’arte che racconta l’arte. E l’obiettivo è chiaro: promuovere l’immagine della Sardegna in uno dei periodi più difficili della storia recente. L’artista algherese, di gran lunga tra gli stilisti italiani più affermati, in occasione della settimana della moda milanese ha presentato Su Nuraxi, un cortometraggio realizzato in partnership con la Fondazione Sardegna Film Commission e che, in forma di fiaba, utilizza la suggestiva cornice della reggia nuragica di Barumini, dal 1997 classificata come patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco, per presentare la collezione di prét-à-porter per l’autunno 2021.

Il cortometraggio

La moda diventa così un linguaggio per raccontare la Sardegna, i suoi tesori, i suoi misteri, le sue bellezze. «Si realizza quello che ho sempre perseguito nel mio lavoro, quello che ho sempre sostenuto: la moda è alchimia riunisce e racchiude tutto ciò che amo: cinema, teatro, danza, musica, letteratura, storia e stracci – spiega lo stilista Antonio Marras –. A Su Nuraxi, la reggia, luogo sacro e magico costruito dai miei avi quattromila anni fa, ho ambientato la mia nuova storia dedicata alla mia terra, generosa e fertile di idee». La produzione del cortometraggio è di Antonio e Patrizia Marras con il sostegno della Fondazione Sardegna Film Commission della Regione, di Sardegna teatro, della Fondazione Barumini sistema cultura e del Comune di Barumini. La regia è di Roberto Ortu, la fotografia di Francesco Piras, il suono di Pier Giuseppe Fancellu. Nel cast figurano gli attori Lia Careddu, Francesca Ventriglia, Massimo Melis, Noemi Medas, Fulvio Accogli, Andrea Bartolomeo, Felice Montervino. Il cast dei modelli, che è multietnico e interamente sardo, coinvolge volti emergenti e professionisti affermati già rappresentati da agenzie nazionali e internazionali, più alcuni giovani talenti dello sport, del teatro e del cinema isolano.

La reggia nuragica di Barumini

La Regione

La Regione Sardegna, attraverso la Sardegna Film Commission, ha subito deciso di sostenere il cortometraggio di Antonio Marras. «La Regione intende promuovere con forza il carattere identitario delle sue produzioni, delle sua cultura millenaria e del suo territorio anche attraverso manifestazioni di riconosciuto prestigio - dichiara il governatore Christian Solinas -. Riteniamo che un evento internazionale di questa dimensione possa contribuire a proiettare l'immagine suggestiva della nostra osola nel mondo. Questa manifestazione, che ha come protagonista la straordinaria testimonianza della civiltà nuragica valorizzata dal talento creativo di uno degli ambasciatori più celebri nel campo della moda, rappresenta un segnale di speranza e ottimismo, nonché un positivo impulso al turismo nella nostra isola». Sulla stessa linea Andrea Biancareddu, assessore regionale alla Cultura: «Questo progetto rappresenta un ottimo connubio tra innovazione e alta sperimentazione messe al servizio del patrimonio archeologico e identitario della nostra regione. La Sardegna nuragica rivisitata da un artista totale come Antonio Marras incontra la contemporaneità anche attraverso i volti di giovani talenti sardi del teatro, del cinema, della moda e dello sport, costruendo una narrazione che reinventa la nostra isola tra tradizione e modernità, offrendosi al mondo con la sua maestosità e senza tradire sé stessa».

 

Credit:

- Foto da profilo Facebook Emanuele Lilliu e dalla pagina Barumini: Su Nuraxi - Casa Zapata - Centro Lilliu

>