Mobilità green, biciclette alla riscossa: la riscoperta delle due ruote

Mobilità green, biciclette alla riscossa: la riscoperta delle due ruote

Complici i bonus e la pandemia, negli ultimi due anni gli italiani hanno sviluppato una nuova sensibilità per la mobilità green. A fornire i dati è Subito, la famosa piattaforma web visitata da oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che registra 60 milioni di visite nella categoria Biciclette nel 2021, con un +10% rispetto all’anno precedente. Su Subito nel 2021 è stata venduta 1 bicicletta ogni 2 minuti, per un totale che sfiora i 250 mila pezzi. Pensando alla mobilità sostenibile, la bici sicuramente lo è per natura, se poi è usata il suo impatto positivo sull’ambiente si moltiplica. Basti pensare che, considerando i costi ambientali di produzione di una bici nuova, mediamente l’acquisto di una bici usata permette di risparmiare l’emissione in atmosfera di 99 kg* di CO2, che diventano 82kg per una MTB o 47kg* per una bici da bambino. Anche la crescita delle e-bike prosegue con +14,8% di ricerche, mentre sembrano rallentare i monopattini elettrici, con un -3,4%.

E che cosa hanno cercato (e comprato) gli italiani su Subito nel 2021 in fatto di bici?

Top10: MTB, e-bike e corsa sul podio

In testa alla classifica dei modelli preferiti, il primo posto va alla mountain bike, che conquista anche il settimo posto con la versione elettrica. Emerge quindi l’interesse degli italiani per biciclette per gli sportivi: infatti la bici da corsa è al terzo posto e la gravel al quarto. Più “cittadine” restano le e-bike (2°), le bici pieghevoli (7°) e quelle da donna (10°), utili per una mobilità quotidiana senza sforzo oppure alternata ad altri mezzi di trasporto, ma anche l’intramontabile Graziella, oggi della Bottecchia, un vero status symbol degli anni Sessanta.

Top10 marchi: due americane sul podio

L’Italia nel 2021 primeggia anche nella top ten dei brand di biciclette più ricercati con ben 3 marchi, testa a testa con i 3 brand americani, con cui si spartiscono il podio. Si difende benissimo lo storico brand Bianchi (2°), la fabbrica di biciclette più antica al mondo ancora esistente, circondato da Specialized (1°) e Trek (3°), due brand statunitensi specializzati in mountainbike e bici sportive. All’ottavo posto abbiamo Colnago che dal 1954 a Cambiago produce bici, e al decimo l’ azienda trevisana Pinarello. Troviamo poi la svizzera Scott (4°), l’ennesima americana Cannodale (5°), le tedesche Canyon (6°) e Cube (7°), e infine la taiwanese Giant (9°), il più grande produttore di bici al mondo.