Flavia, la birra di Rubiu che ha vinto la medaglia d’argento all’European Beer Star

Flavia, la birra di Rubiu che ha vinto la medaglia d’argento all’European Beer Star

L’Italia è sempre di più sul tetto d’Europa. Il pallone in questo caso non c’entra nulla. Ma visti i numeri dei partecipanti, l’European Beer Star è paragonabile a quanto accaduto alla nostra Nazionale, intenta a superare i pregiudizi e i pronostici della partenza. La birra Flavia di Rubiu voleva dimostrare di essere alla pari degli altri contendenti, ed è uscita da quella competizione più forte di prima. Due volte birra dell’anno (nel 2011 come prima classificata, nel 2018 menzione d’onore), si era già affacciata al di fuori dei confini nazionali partecipando e vincendo la Barcelona Beer Challenge nel 2020. Un segnale inequivocabile per Fabrizio, Tiziana e Luca, che nel 2009 hanno scelto di trasformare la loro passione in un lavoro. Il birrificio artigianale di Sant’Antioco, in Sardegna, si è dunque tinto di rosso, come il nome di questa impresa, Rubiu. Una piccola azienda che ha conquistato alcuni importanti riconoscimenti in poco tempo.

Flavia, le origini

Su questa birra in particolare bisogna aprire una piccola parentesi. Flavia prende ispirazione dal giacimento minerario di Piero Flavia, affacciata sullo scoglio del Pan di Zucchero. La miniera era già attiva nel Seicento, ma solo nel 1920 si decise di effettuare alcuni interventi (le due gallerie connesse da enormi silos) in modo da costruire questo grande sbocco sul Mediterraneo, servendosi delle migliori tecnologie dell’epoca. I materiali potevano essere trasferiti con estrema facilità nelle stive delle navi, in direzione dei porti principale della Francia, Belgio e Germania. Una delle società che più influirono sulla crescita di questo sito era belga, Vieille Montagne. Una nazione che in questo caso va a coincidere con lo stile e la forma di questa strong blond ale, realizzata idealmente per rafforzare gli animi dei minatori di Porto Flavia dopo una lunga giornata di lavoro.

La competizione

Questa forza è certamente servita a Rubiu all’European Beer Star. Un evento a cui hanno partecipato 44 nazioni con 2.395 birre iscritte, e che ha visto proprio l’azienda sarda ottenere un ottimo secondo posto con la sua birra chiara, diventando così uno dei prodotti di spicco per questo settore. «Questo traguardo - commenta all’ANSA Fabrizio Melis, il proprietario del birrificio Rubiu insieme a Tiziana Cuccu e Luca Garau - testimonia il grande impegno che ci mettiamo, ogni giorno, nel cercare di produrre una birra artigianale buona al gusto per il consumatore e con ottime caratteristiche organolettiche - afferma Fabrizio Melis, mastro birrario del birrificio Rubiu - Nessun risultato si raggiunge in autonomia, questa medaglia è il frutto di un lavoro continuo fatto da noi tre soci e da tutti i nostri collaboratori, solo in squadra e con tanta passione si possono ottenere queste soddisfazioni».