Natura, nel golfo di Olbia il grande spettacolo dei fenicotteri rosa

Natura, nel golfo di Olbia il grande spettacolo dei fenicotteri rosa

Gli automobilisti rallentano sempre quando percorrono il tratto di strada che unisce il quartiere di Poltu Quadu con il resto della città. Sulla destra, nella zona più interna del golfo, dove si specchiano case, palazzi, rocce e arbusti, i padroni indiscussi sono sempre loro: i fenicotteri rosa. Eleganti, quasi immobili, spesso riuniti in gruppo: questi grandi uccelli, che fanno parte del panorama urbano di Olbia, non smettono mai di stupire chi ci passa davanti. Gli amanti del birdwatching si appostano in silenzio per ammirare i loro movimenti. Stesso discorso per gli appassionati di fotografia, che passano anche delle ore in cerca dello scatto migliore.

I fenicotteri di Olbia

Il golfo olbiese è come un profondo fiordo e nell’ultimo tratto assume caratteristiche lagunari. Ed è proprio qui in fondo che i fenicotteri hanno creato la loro base. Ci sono esemplari adulti ma anche più giovani. I punti di osservazione sono sostanzialmente due. Il primo: lungo la strada con marciapiede che unisce via Roma con il quartiere di Poltu Quadu, a breve distanza dall’aeroporto Costa Smeralda. Il secondo: direttamente dalle calette e dalle rocce della laguna, con accesso dalla vicina via Lumbau. Il Comune di Olbia, comunque, ha da tempo avviato un importante progetto di riqualificazione urbana chiamato Iti. Tra i tanti obiettivi c’è anche quello di creare un parco urbano esattamente in questa area, con piste ciclabili, sentieri, prati e anche postazioni dedicate al birdwatching. Per quanto riguarda sempre il territorio olbiese, i fenicotteri rosa si possono ammirare anche nella vicina zona del Lido del Sole, negli stagni vicini alle Vecchie Saline, lungo la strada che unisce la città con la frazione di Murta Maria.

Non solo Olbia

Sempre nel nord Sardegna i fenicotteri rosa possono essere ammirati anche nella laguna di San Teodoro, alle spalle della spettacolare spiaggia della Cinta. Per quanto riguarda il resto dell’isola, colonie di fenicotteri stazionano negli stagni dell’oristanese: Cabras, Santa Giusta, S’Ena Arrubia, Sale ‘e Porcus, più la laguna di Mistras. Grande spettacolo anche a Cagliari, negli stagni di Montelargius e di Santa Gilla. E poi in quelli di Chia, nell’estremo sud dell’isola, e di Orosei e Posada, nella Sardegna centro-orientale.

>