Città invase dalle specie aliene, ecosistemi dei centri urbani minacciati da farfalle e pappagalli

Ma le specie “pericolose” sono più di tremila. I risultati del contest fotografico di Life Asap

Città invase dalle specie aliene, ecosistemi dei centri urbani minacciati da farfalle e pappagalli
TiscaliNews

La farfalla “bombice dell'ailanto” a Cassano d'Adda (Milano); il pappagallo “parrocchetto dal collare” ritratto in una Roma innevata; un silvilago orientale o minilepre nel parco Boscoincittà a Milano. Sono i primi tre classificati del contest fotografico “Click, alieni in città”, indetto dal progetto europeo Life Asap per dare risalto al problema delle specie aliene che minacciano gli ecosistemi anche nei centri urbani. "Sono più di tremila - si legge in una nota di Life Asap - le specie aliene presenti nei nostri territori, e circa quattrocento sono considerate invasive: piante e animali di origine alloctona che mettono a rischio la biodiversità degli ecosistemi. Il fenomeno è ancora poco noto ma in realtà molte di queste specie esotiche si sono insediate nelle nostre aree urbane".

Life Asap, arrivato al terzo anno di attività, è nato per informare e sensibilizzare i cittadini sul problema delle specie aliene invasive ovvero piante e animali importati dall'uomo, volontariamente o involontariamente, dai loro luoghi d'origine nel nostro paese. Una diffusione di centinaia di specie che mette a serio rischio la biodiversità dei nostri ecosistemi oltre a causare ingenti danni sotto il profilo socio-economico. Secondo l'Ispra, l'invasione delle specie aliene è tra le prime cause di perdita della biodiversità autoctona e dell'estinzione di animali.

"Dopo il successo della prima edizione - dichiara Stefano Di Marco, coordinatore di progetto per Legambiente - abbiamo scelto di replicare il contest fotografico per coinvolgere la cittadinanza e sensibilizzarla sul problema delle specie aliene invasive, una minaccia per la biodiversità. Arrestare la diffusione delle specie aliene invasive e contribuire alla riduzione dei rischi sociali, economici e sanitari che ne derivano, infatti, è possibile solo attraverso l'impegno e la consapevolezza". I tre vincitori sono stati premiati rispettivamente con un iPad Air, un Action Camera Go Pro e un trolley fotografico LowePro Pro Runner.