Trovato tra i ghiacci della Siberia un cucciolo di cane-lupo vissuto 18 mila anni fa

Codice da incorporare:
fonte: Repubblica.it

I ricercatori del Centro di Paleogenetica dell’Università di Stoccolma hanno rinvenuto nei pressi del fiume Indigirka, in Siberia, un cucciolo di lupo-cane e perfettamente conservato nel gelido permafrost nonostante sia vissuto 18.000 anni fa. Il corpo dell'animale è perfettamente conservato e il suo Dna è stato analizzato per capire se si tratti di un lupo o di un cane.

L’esame del Dna

Ma al momento i ricercatori non sono stati in grado di determinare a quale specie appartenga. La difficoltà nel ricondurre il cucciolo a una delle due specie ha portato gli studiosi a pensare che si tratti di un loro antenato comune, l'anello mancante dell'evoluzione tra le due specie.

Cane o lupo?

La distinzione fra lupo e cane-lupo è molto importante. Infatti, tenendo conto che il Canis lupus familiaris si è distinto dal lupo, di cui è considerato una sottospecie grazie all'addomesticamento, se l’animale trovato in Siberia si rivelasse un cane, o anche solo un canide di transizione fra lupo e cane, si potrebbe dedurre che 18 mila anni fa queste terre molto fredde erano già abitate dagli esseri umani. Fino a ora i più antichi resti fossili di cane in uno stanziamento umano sono stati rinvenuti in una tomba natufiana, e risalgono a 11.000-12.000 anni fa.