Dopo la Superluna Rosa è arrivata anche quella Rossa: ecco il perché del fenomeno

Astrofili di tutto il mondo si preparano per l’evento più importante del 2021. Il prossimo 26 maggio ci sarà un’altra Superluna, in concomitanza con un’incredibile eclissi totale, ma non sarà visibile dall'Italia

TiscaliNews

Per la maggior parte degli italiani uscire di casa per osservare la prima superluna del 2021, a seguito delle restrizioni imposte per il contenimento del Covid-19, è stato impossibile. Tuttavia, tantissimi, hanno sbirciato dalle finestre, nella speranza di poter scorgere lo spettacolo offerto dal nostro satellite. Nella notte tra il 26 e il 27 c’è stata infatti la cosiddetta Superluna Rosa (di nome ma non di fatto), mentre il 28 è stato il turno della più spettacolare Superluna Rossa.

Le foto della Superluna

Va precisato che capita spessissimo che, al suo sorgere, il satellite appaia di colore rosso. Vista la fase di plenilunio (luna piena) e la posizione in perigeo del nostro satellite (il punto più vicino alla Terra), lo spettacolo è stato tuttavia decisamente affascinante. La Luna, dell’8/10 per cento più grande del normale - e con una luminosità in media maggiore del 15 per cento -, si è tinta di rosso. Lo spettacolo è durato pochissimo, e la maggior parte delle persone è riuscita ad accorgersi di quanto stesse accadendo soltanto quando la Luna è diventata color rame e poi argentea.

Il nostro satellite si prepara ora ad un nuovo spettacolo, ancora più grande. La prossima Superluna, infatti, sarà percepita anche più grande, e in aggiunta ci sarà anche una incredibile eclissi totale. L’appuntamento è fissato per il prossimo 26 maggio ma, sfortunatamente, non sarà visibile dall'Italia.