Salute in cucina: i menù della famosa nutrizionista Amanda Hamilton negli hotel della Costa Smeralda

Salute in cucina: i menù della famosa nutrizionista Amanda Hamilton negli hotel della Costa Smeralda

Amanda Hamilton non è una nutrizionista qualunque. Giornalista e scrittrice, ha da poco aggiunto un nuovo gioiello alla gastronomia gourmet dell’hotel Cala di Volpe. Diventata negli anni un punto di riferimento per la dieta a base di ingredienti naturali, l’autrice britannica di best seller, ispirandosi ai sapori della tradizione sarda, promette benefici apprezzabili sulla salute. Un vero must che, negli spettacolari ambienti del Cala di Volpe, consente di fondere la bellezza della Sardegna, terra della longevità, con l’universale proposito del mangiare sano.

Così è nato questo sodalizio tra Amanda Hamilton e gli alberghi di Marriott Costa Smeralda, all’insegna dello stile di vita sano e della grande competenza degli chef degli hotel Romazzino e Cala di Volpe. Un simbiotico rapporto tra la terra e i menù della salute interpretati proprio dalla Hamilton, che già nella sua clinica di Londra ha messo a punto programmi personalizzati, puntando sugli studi del Dna e la filiera corta, con i prodotti coltivati in modo biologico e organico. Lo stile di vita è l’anticamera del benessere, sapendo però che gli ingredienti hanno un valore fondamentale nei regimi alimentari: dall’olio d’oliva, alla verdura e le essenze naturali.

«Più ci allontaniamo dai cibi presenti in natura, più riscontriamo dei problemi. Avendo vissuto in altri Paesi del Mediterraneo so che più è diffuso l’utilizzo di cibi naturali nelle proprie famiglie, più aumenta il benessere. Insorgono problemi davanti ai cibi prodotti a livello industriale» spiega Amanda Hamilton. Non si minano le basi della dieta mediterranea, uno dei capisaldi dell’alimentazione mondiale, ma certamente all’interno di un regime a minore apporto calorico si devono ridurre le quantità dei carboidrati. Infatti pasta e pane costituiscono delle colonne nella piramide alimentare prevista da ogni dieta mediterranea.

«Il team Marriott mi ha chiesto di ampliare il tipo di offerta, rivolgendomi a un tipo di clientela che ha poco tempo a disposizione e va alla ricerca del benessere fisico durante la vacanza», conferma la nutrizionista. Succhi vegetali, che abituino l’organismo a un senso di benessere. Ma anche menù equilibrati, pietanze senza zuccheri aggiunti, conditi con zucca, salse vegane, bassa quantità di calorie abbinate a ingredienti vegetali. Sono queste le ricette base proposte da Amanda Hamilton. Princìpi accompagnati dalla grande varietà di ingredienti della tradizione sarda, non dimenticando il vino, compreso il Cannonau: ricco di polifenoli.

Diventa fondamentale il fattore esperienziale, basato sulla conoscenza dei cibi, avvicinando i clienti alla preparazione degli alimenti secondo la tradizione degli artigiani locali. Un approccio che si fonda sul concetto di salute, utilizzando ingredienti sani che consentono di perdere peso rimettendosi in forma. «Marriott e io abbiamo scelto di focalizzarci sui prodotti sardi, includendoli in tutti i menù proposti ai clienti. Usando i prodotti locali avviciniamo i clienti al luogo in cui si trovano, terra di longevità e con una profonda cultura del mangiare sano» sottolinea Amanda Hamilton. Tra gli ingredienti preferiti c’è, ovviamente, anche il mirto, oltre a semi di chia, cacao, maca e spirulina. Vengono poi usate le farine antiche come il grano saraceno e il farro, che sono più digeribili. Mangiare sano, ma senza rinunciare al gusto. Una filosofia, ma anche un marchio di nome Amanda Hamilton, riconosciuto in tutto il mondo, che da quest’anno renderà un po’ più speciale la vacanza negli hotel Cala di Volpe e Romazzino.