Zuppe invernali: 4 ricette facili, buone e sane

Zuppe invernali: 4 ricette facili, buone e sane

Le zuppe sono da sempre uno dei miei piatti preferiti per l’inverno: ricche di gusto, nutrienti e corroboranti, sono proprio quello che ci vuole per combattere il tipico freddo di stagione. E prepararle è anche molto semplice, poiché possiamo non solo recuperare verdura e ortaggi del periodo, ma diventano anche delle perfette soluzioni antispreco. Sì, perché possiamo recuperare tanti ingredienti, come il pane raffermo.Ecco quindi per voi quattro facili e gustose ricette per trascorrere questa seconda parte d’inverno: molti di voi le riconosceranno, perché ve le ho già presentate a Cotto e Mangiato!

Zuppa di ceci e scarola

Semplice e veloce da preparare, questa è una delle zuppe che amo di più preparare durante l’inverno. Amica della salute grazie alle proprietà dei ceci, che come sappiamo influiscono positivamente sul livello di trigliceridi nel sangue, può essere accompagnata con del croccante pane raffermo: una ricetta perfetta per evitare gli sprechi!Ingredienti:

600 grammi di scarola;400 grammi di ceci cotti;1 spicchio d’aglio;olio extravergine d’oliva q.b.;sale e pepe q.b.

Procedimento:

Partiamo mondando i cespi di scarola, eliminando il torso alla base e lavando le foglie, per poi tagliarle a strisce. Nel frattempo, facciamo bollire un litro l’acqua e, giunta a ebollizione, immergiamo la scarola per circa 5 minuti. Raccogliamo quindi la scarola con un mestolo forato e conserviamo l’acqua di cottura.Tagliamo del pane raffermo a fette, ricopriamo da carta da forno una teglia, disponiamo il pane e versiamo sopra un filo d’olio e un pizzico di sale. Informiamo quindi il pane a 180 gradi, finché non apparirà croccante. In una pentola facciamolo colorire l’aglio, poi aggiungiamo la scarola, i ceci e irroriamo con due mestoli di acqua di cottura. Regoliamo di sale e pepe e lasciamo su fuoco lento per 20 minuti, mescolando di tanto in tanto e coprendo la zuppa con il coperchio. A fine cottura, impiattiamo in una ciotola aggiungendo le fette di pane.

Guarda la videoricetta su Cotto e Mangiato.

Minestra invernale di verza

Ho scoperto questa ricetta qualche anno fa, grazie al contributo di una spettatrice di Cotto e Mangiato. Si tratta di una preparazione semplice e contadina, ma ricca di gusto e senza troppe calorie: solo 150 kcal!

Ingredienti:

1 verza;2 spicchi d’aglio;2 peperoncini secchi;1 litro d’acqua;paprika in polvere q.b.;semi di finocchio q.b.;olio extravergine d’oliva q.b.;sale q.b.

Procedimento:

Laviamo e tagliamo la verza in modo grossolano, per poi aggiungerla in una padella con un filo d’olio extravergine d’oliva, due spicchi d’aglio e i peperoncini. Facciamo saltare in padella finché la verza non comincerà ad appassire. Aggiungiamo quindi lentamente l’acqua, la paprika e abbondiamo di finocchio secco, regolando di sale a piacere. Il piatto può infine essere completato con dei crostini di pane.

Qui per guardare la videoricetta di Cotto e Mangiato.

Vellutata di patate viola

Una vellutata dai colori davvero originali, quella per le mie cene invernali: merito delle patate viola che, pur mantenendo un sapore simile a quelle tradizionali, appaiono leggermente più dolci.Ingredienti:

300 grammi di patate viola;1 cipolla;1 porro;20 grammi di burro;600 ml di brodo vegetale;200 ml di latte;olio extravergine d’oliva q.b.;formaggio grattugiato q.b;panna fresca q.b.;sale q.b.

Procedimento:

Tagliamo a fette le patate e, nel frattempo, in una casseruola facciamo stufare una cipolla a fettine con un goccio d’olio, un po’ di burro e il porro a rondelle. Aggiungiamo quindi le patate, versiamo un filo d’olio, il brodo vegetale e lasciamo cuocere finché le patate non saranno morbide. Se necessario, possiamo aggiustare di sale.Versiamo il latte, lasciamo in cottura un paio di minuti e frulliamo il tutto con un frullatore a immersione. Aggiungiamo quindi il formaggio grattugiato, frulliamo ulteriormente, e versiamo la vellutata nel piatto. Con della panna fresca, infine, possiamo decorare la superficie.

Guarda la videoricetta su Cotto e Mangiato.

Zuppetta di castagne e porcini

Cosa c’è di meglio dei sapori delle castagne e dei funghi porcini per celebrare la stagione più fredda? Questa ricetta è davvero corroborante, ricca di energia e di gusto. E anche quando la stagione dei funghi è finita, possiamo prepararla con i porcini secchi, disponibili tutto l’anno!

Ingredienti:

200 grammi di funghi porcini;200 grammi di castagne cotte;20 grammi di burro;10 grammi di prezzemolo;1 foglia di alloro;4 bacche di pepe nero;olio extravergine d’oliva q.b.;pepe q.b.;sale q.b.;brodo vegetale q.b.;vino rosso q.b.

Procedimento:

Tagliamo gli scalogni a fettine e mettiamo in padella le castagne con del brodo vegetale, pepe, alloro e una sfumata di vino rosso. Facciamo appassire lo scalogno nell’olio e, quando dorato, aggiungiamo i porcini tagliati. Sfumiamo nuovamente con il vino rosso e completiamo con una noce di burro, sale e pepe a piacere.Frulliamo quindi le castagne, aiutandoci con il sughetto già preparato per regolare la morbidezza del composto. Impiattiamo le castagne come base e sopra adagiamo lo scalogno e i funghi.

Qui per vedere la videoricetta su Cotto e Mangiato.

L'articolo Zuppe invernali: 4 ricette facili, buone e sane sembra essere il primo su Ecocentrica.