Resto a casa ma non mi annoio: il Riciclo Creativo delle saponette

Resto a casa ma non mi annoio: il Riciclo Creativo delle saponette

5 idee originali per riutilizzare gli avanzi di sapone e vivere in modo piacevole la dimensione domestica imposta dall’emergenza Coronavirus

Come superare la difficile crisi causata dall’emergenza COVID19 e sfruttare al meglio il tempo da trascorrere in casa? Un’ottima occasione per tenersi impegnati e fare qualcosa di utile per noi e per il Pianeta è dedicarsi al Riciclo Creativo, un nuovo stile di vita perfettamente “circolare”, che ci aiuta a ridurre gli sprechi, diminuire la quantità di rifiuti, risparmiare denaro e dare una seconda occasione ad oggetti e materiali altrimenti destinati a finire in discarica. 

Un ottimo modo anche per dare sfogo alla fantasia, divertirsi e coinvolgere i bambini, distraendoli in modo sano e costruttivo nei pomeriggi a casa.

Da dove cominciamo? Dalle saponette, spesso lasciate a metà o a pezzetti nella doccia, sul bordo della vasca da bagno, vicino al lavandino o in cucina. Perchè buttarle? Possiamo, invece, riciclarle in modo fantasioso per confezionare nuovi, originali prodotti da utilizzare tutti i giorni per la cura del corpo, per profumare gli ambienti, per pulire piastrelle e pavimenti e addirittura per far giocare i bambini!

Ecco per voi i miei cinque trucchi per il riciclo creativo delle saponette, ovviamente solo eco bio!

Spugna esfoliante per il corpo

Vi servono soltanto un vecchio e coloratissimo collant e i rimasugli di alcune saponette. Ricavate dalla punta del collant un piccolo sacchetto in cui raccogliere i pezzetti di sapone.

Quando il sacchetto sarà pieno, l’estremità aperta potrà essere annodata e il sacchetto passato sotto l’acqua al momento della doccia ed utilizzato come una spugna saponata o un guanto per il corpo, che potrà avere anche una leggera funzione esfoliante. Geniale, vero?

Antiparassitario per afidi e insetti delle piante

Un ottimo sistema per riutilizzare i rimasugli di sapone di Marsiglia. E’ sufficiente grattugiarlo fine e metterne due cucchiai in 1,5 litri di acqua calda. Dopo aver fatto sciogliere il sapone, lasciate raffreddare il liquido e versatelo in uno spruzzino. L’acqua saponata sarà perfetta come antiparassitario per le piante, soprattutto contro gli afidi, da usare una volta al giorno dopo il tramonto su foglie e fusto. 

Detergente spray multiuso

Fonte: chedonna.it

Sciogliete in 1 litro di acqua bollente i pezzetti di sapone dopo averli ridotti in piccole scaglie, 100 grammi basteranno. Lasciate raffreddare, aggiungete un cucchiaio di succo di limone e poi versate il liquido in un contenitore spray. Ecco pronto un detergente multiuso fai da te, semplice e soprattutto economico, da tenere sempre a portata di mano per pulire piastrelle e pavimenti. Meglio non usarlo per le superfici delicate, per le quali consiglio sempre detersivi ad hoc, ovviamente eco bio!

Pastiglie antitarme

Fonte: shoppingvagando.it

Se, come me, pensate che i prodotti antitarme in commercio siano troppo chimici e rilascino un cattivo odore, un’ottima alternativa naturale sono le pastiglie di sapone all’olio essenziale di lavanda. Sciogliete a bagnomaria in un pentolino i rimasugli delle saponette avanzate e aggiungete alcune gocce di olio balsamico alla lavanda. Versate il composto in uno stampino di metallo o in un piccolo contenitore in tetra-pak riciclato. Lasciate raffreddare e solidificare per alcune ore ed avrete le vostre nuove saponette antitarme per armadi e cassetti.

Refill per bolle di sapone

Fonte: fanpage.it

E’ il gioco preferito dei bambini, ma purtroppo le confezioni in commercio sono spesso Made in China e contengono sapone liquido i cui ingredienti sono molto sospetti. Dobbiamo considerare, infatti, che i bimbi non solo giocano con le bolle ma, dopo averle fatte scoppiare, spesso inalano o ingeriscono tracce di detergente. Riempite allora un dispenser vuoto con del sapone liquido prodotto con i rimasugli delle saponette biologiche che usate abitualmente – il procedimento è lo stesso dello spray multiuso. Non solo eviterete di spendere soldi nei negozi di giocattoli, ma avrete creato un’ottima alternativa ecologica, ugualmente divertente per i più piccoli.

Un’idea chiama l’altra, si fa presto a diventare addicted del riciclo creativo. Conoscete altri trucchi per riutilizzare le saponette residue? Lasciate un commento qui sotto, sarò felice di sperimentare nuove idee fai da te!

L'articolo Resto a casa ma non mi annoio: il Riciclo Creativo delle saponette sembra essere il primo su Ecocentrica.