Tiscali.it
SEGUICI

Microcar elettriche per la città: i 5 modelli più diffusi

Tessa Gelisiodi Tessa Gelisio   
Microcar elettriche per la città: i 5 modelli più diffusi

Cosa c’è di meglio di una microcar elettrica per destreggiarsi nel traffico cittadino, trovando anche facilmente parcheggio? Ormai spopolano nei centri urbani: le mini-auto elettriche stanno prendendo sempre più piede, come soluzione agile alla mobilità sostenibile. D’altronde, le dimensioni compatte le rendono perfette anche dove trovare parcheggio sembra un miraggio e, fatto non da poco, i motori da 50 cc equivalenti le rendono anche un’alternativa interessante per gli adolescenti.Certo, sul fronte dei listini c’è ancora molto da fare, poiché a prezzo pieno queste auto in miniatura non si discostano molto dalle più comuni utilitarie. Approfittando degli ecoincentivi, tuttavia, si possono risparmiare dai 3.000 ai 4.000 euro, cifra quest’ultima se all’acquisto segue la rottamazione di un vecchio veicolo. Unica pecca: per il 2023 gli ecoincentivi per le microcar (categoria L), pari a 35 milioni di euro, sono andati esauriti. Bisognerà quindi attendere il 2024 per ulteriori sconti. Di seguito, la raccolta dei 5 modelli più diffusi.

Citröen AMI, la microcar a prezzo abbordabile

Compatta, dal design originale e dal prezzo mediamente contenuto: la Citröen AMI è una delle microcar che si sta diffondendo a macchia d’olio nelle nostre città, forte della sua versatilità.

Con solo 2,41 metri di lunghezza e 1,39 di larghezza, la due posti elettrica di Citröen non teme nemmeno gli ingorghi dell’ora di punta e, fatto non da poco, si parcheggia davvero ovunque. La sua cilindrata da 50 cavalli equivalenti la rende una buona alternativa agli scooter per i ragazzi dai 14 anni in su, anche grazie a una velocità che non supera mai i 45 chilometri orari. Performance più che sufficienti in ambito urbano, soprattutto quando alla guida ci sono giovanissimi. L’autonomia è di circa 75 chilometri e la ricarica completa richiede circa 3 ore con una normale presa domestica.La Citröen AMI è offerta a partire da 7.990 euro nella sua configurazione base. E ha anche una gemella: la Opel Rocks-e, pensata per il mercato tedesco.

FIAT Topolino, un marchio iconico che diventa elettrico

Chi non ricorda la Topolino, una delle vetture storiche e vera icona di Fiat? Ora questa auto torna in un formato completamente rivisitato, ovvero come microcar elettrica disponibile dai 14 anni in su.Dal design estremamente compatto, con delle linee che vagamente ricordano il suo famoso progenitore, la Topolino occupa solamente 2.54 metri in lunghezza e 1.40 in larghezza. Anche in questo caso parliamo di una due posti, sempre con motore elettrico da 50 cavalli equivalente e velocità massima di 45 chilometri orari. Come per la AMI, anche la Topolino assicura 75 chilometri di autonomia, mentre la ricarica completa richiede circa quattro ore con la classica presa domestica.La nuova Topolino di FIAT è disponibile a partire da 9.890 euro.

Tazzari Zero Junior, la microcar che piace ai giovani

Con il suo design monolitico e dalle linee nette, la Tazzari Zero Junior è una delle microcar fra le più apprezzate dai giovanissimi. D’altronde, la lunghezza da 2,79 metri e la larghezza da 1,5 la rendono anche una delle mini-auto più comode e spaziose, nonostante la vocazioni a due posti.

Disponibile a partire dai 14 anni, questa microcar garantisce un’autonomia generosa, fino a 140 chilometri con una ricarica, sempre con una velocità fino a 45 chilometri orari. E proprio in fatto di ricarica, per un ciclo completo sono necessarie circa 6 ore con un collegamento alla comune presa elettrica.La Tazzari Zero Junior è offerta a partire da 13.700 euro.

XEV YOYO, la microcar con batteria intercambiabile

E se ricaricare l’auto fosse tanto veloce quanto fare un pieno di carburante? È questa la filosofia alla base della XEV YOYO, una delle microcar elettriche che più si sta affermando sul mercato italiano. Merito del suo sistema di battery-swapping: quando il pacco batteria si esaurisce, lo si sostituisce facilmente con uno carico, grazie a un apposito sportello. Niente più lunghi tempi d’attesa alla colonnina, di conseguenza, per chi vuole subito ripartire.

Il design è compatto e futuristico – 2.53 metri di lunghezza a 1.50 di larghezza – e l’autonomia più che generosa: si sfiorano i 150 chilometri. La ricarica, per chi non volesse approfittare del sistema di swapping, richiede circa 4 ore con un collegamento alla comune presa elettrica.

La XEV YOYO è in vendita a partire da 16.990 euro.

Aixam e-City Sport: la microcar che sembra un’utilitaria

Ad ammirarne le linee e il design, di primo acchito si potrebbe pensare si tratti di un’utilitaria. E invece la Aixam e-City Sport è una microcar a tutti gli effetti, con il suo motore da 50 cavalli equivalente e una velocità massima di 45 chilometri orari.Anche in questo caso, la due posti è pensata per un utilizzo a partire dai 14 anni. Le dimensioni sono però confortevoli – 2,72 metri in lunghezza e 1.5 in larghezza – così come la versatilità alla guida. L’autonomia è di circa 130 chilometri e la ricarica completa richiede meno di quattro ore, con un collegamento domestico.

La Aixam e-City Sport è in vendita a partire da 17.779 euro.

In conclusione, le microcar elettriche rappresentano la soluzione ideale per chi vuole vivere la città senza stress o, ancora, dire finalmente addio all’ansia da parcheggio. Ancora molto si può fare sul fronte dei prezzi, ma non appena appariranno più modelli sul mercato, la concorrenza porterà certamente a una riduzione dei listini!

L'articolo Microcar elettriche per la città: i 5 modelli più diffusi sembra essere il primo su Ecocentrica.

Tessa Gelisiodi Tessa Gelisio   
I più recenti
10 alimenti vegetali che migliorano l’aspetto della pelle
10 alimenti vegetali che migliorano l’aspetto della pelle
Burrocacao e balsamo labbra: differenze, usi e benefici
Burrocacao e balsamo labbra: differenze, usi e benefici
Costumi più sostenibili per l’estate 2024
Costumi più sostenibili per l’estate 2024
Mangiare e salvare il pianeta? c'è un solo modo per farlo. Ecco la dieta giusta
Mangiare e salvare il pianeta? c'è un solo modo per farlo. Ecco la dieta giusta
Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Claudia Mura

Nata a Cagliari nel 1968, si è laureata in Filosofia nel 1997. Dopo alcune...

Stefania Divertito

Napoletana, è giornalista d’inchiesta, comunicatrice e scrittrice specializzata...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Serena Ritarossi

Di origine ciociara, classe '94, si laurea in Editoria e Scrittura alla Sapienza...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Ignazio Dessì

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...