La nuova beauty routine, a “misura di mascherina”

La nuova beauty routine, a “misura di mascherina”

Tutti gli step, da realizzare con i prodotti bio scelti per voi

Ho scoperto che le irritazioni alla pelle sono comunissime in questo periodo, in cui siamo costretti a indossare la mascherina per diverse ore al giorno: peggioramento dell’acne o, al contrario, pelle secca e screpolata, sono tutte manifestazioni del fatto che la pelle sta soffrendo. Già provata dal sole dei mesi estivi e poi dal repentino cambio di clima, ora deve sopportare un tessuto “estraneo” che le impedisce la sua normale traspirazione: è normale che si ribelli!

Anche gli esperti di mia fiducia mi hanno confermato un aumento di dermatiti, infiammazioni e vera e propria acne anche tra i loro pazienti. Come rimediare? Secondo la loro opinione, innanzi tutto dobbiamo rivedere la nostra beauty routine: dev’essere ripensata in base alle nuove esigenze della pelle, ovvero non essere ulteriormente appesantita da creme troppo grasse e untuose, ma anzi di essere purificata un po’ più spesso del solito, senza però aumentare l’infiammazione con prodotti troppo aggressivi. Sulla base delle loro indicazioni, vi ho stilato una piccola lista di “step”, con i relativi cosmetici che vi consiglio di provare: come sempre, sono tutti super naturali e privi di sostanze di sintesi dannose per ambiente e salute!

Innanzi tutto, anche al mattino, prima di indossare la mascherina, detergiamo il viso: questo permetterà di rimuovere il sebo depositato durante la notte e diminuirne il carico sulla pelle, che resterà “intrappolata” per molte ore sotto al tessuto.L’importante è scegliere un prodotto molto delicato, sia se si devono lenire rossori e irritazioni, sia se la pelle è infiammata dall’acne, per non peggiorare il suo stato; ecco un prodotto che ho scoperto quest’estate e mi è piaciuto molto, perfetto anche per la detersione serale perché è ottimo anche per eliminare il trucco.

EDITH COSMESI – Latte detergente viso (€ 21,50 / 250 ml)(3 stelle)

La scorsa estate ho scoperto questo marchio di cosmesi naturale (ve ne avevo parlato nel post sui doposole bio), fondato da una naturopata, titolare di un’azienda agricola, da cui provengono alcune delle materie prime utilizzate nei prodotti. Questa referenza per il viso fa parte della linea al melograno, un ingrediente famoso per la sua azione antiossidante e antinfiammatoria, che in più rinforza i capillari e protegge la circolazione; nella formula sono presenti anche idrolato di hamamelis, lenitivo e astringente, oli di mandorle e di vinaccioli, e zafferano, un ottimo anti-age, combatte tutti i tipi di infiammazioni, acne compresa. Un prodotto dalla texture leggera, adatto a tutti i tipi di pelle, da quelle sensibili a quelle miste.Molto delicato ma super efficace: pulisce in profondità e strucca benissimo, ovviamente la pelle, ma anche il trucco occhi, per essere un latte detergente. Un ottimo prodotto.

Se volete, potete applicare un tonico lenitivo o un’acqua idratante per il viso, come quelle termali; poi passate alla crema giorno. Questo prodotto va ovviamente scelto in base alla tipologia della propria pelle, ma dimenticate per un po’ le consistenze ricche e prediligere quelle più light, a rapido assorbimento, per non stressare ulteriormente la pelle.

CHIÒ – Crema viso antiage (€ 25,00 / 30 ml)(2 stelle)

Vi suggerisco questo prodotto perché è base di bava di lumaca, un ingrediente molto versatile perché, con la sua azione di rinnovamento cutaneo, è perfetta per contrastare sia i segni dell’invecchiamento che acne e cicatrici. Anche questa crema, pur essendo presentata come anti-age, è adatta a tutte le età, anche come prevenzione; inoltre, essendo a rapido assorbimento, è consigliata anche alle pelli impure. In più, è testata per le pelli sensibili. Penetra subito, è leggerissima e nel contempo idratante; perfetta per le pelli grasse proprio per la sua leggerezza, e per le pelli normali come la mia durante la stagione calda o quando non la si vuole appesantire troppo.Le formule sono completamente naturali e l’ingrediente chiave è cruelty free: la titolare del marchio ha un suo personale allevamento di chiocciole certificato biologico!

Se invece vi serve una cosiddetta crema effetto barriera, che protegga la pelle dalla frizione con la mascherina, ma che comunque non occluda i pori, vi consiglio questo prodotto di cui vi avevo già parlato su Ecocentrica.

PROPOLIA – Crema viso protettiva Propoli & Karité (€ 26,90 / 50 ml)(2 stelle)

È un marchio di cosmesi biologica, certificata Cosmebio, che arriva dalla Francia ed è stato fondato da un gruppo di apicoltori: i loro cosmetici naturali sono tutti a base di prodotti dell’alveare.Questa crema viso contiene propoli, cera d’api, burro di karité, burro di mango, in più è arricchita da idrolati di arancio e lavanda, perfetti per pelli sensibili ma anche miste. La sua funzione è idratare e proteggere dalle aggressioni atmosferiche, ma la texture è a ripido assorbimento: lascia la pelle morbida senza ungere. 

Se non potete fare a meno del fondotinta, almeno sceglietelo non comedogeno, ovvero privo di sostanze che ostruiscono i pori (come siliconi e petrolati). A questo link trovate gli ultimi fondotinta bio che vi ho proposto: tra gli altri, vi consiglio il nuovo Sublime Drop Foundation di puroBIO cosmetics, un fondotinta in gocce, super fluido, leggero ma coprente, che offre anche una leggera protezione dai raggi solari.

Come trattamento locale, se spuntano impurità, potete utilizzare del semplice olio essenziale di tea tree, oppure un prodotto specifico.

LATTE E LUNA Linea Tarake – Stick attivo anti imperfezioni (€ 10,50 / 8 ml)(3 stelle)

Questo stick fa parte della linea Tarake, dedicata alle pelli impure: si utilizza al bisogno, ovvero dove si forma un brufolo. La formula è un mix di ingredienti lenitivi e antinfiammatori, come estratti di altea, avena, malva e calendula, a cui si aggiunge l’olio essenziale di lavanda, dall’azione antisettica. La formula, completamente naturale, aderisce agli standard di Skineco (Associazione Internazionale di Dermatologia Ecologica) ed è tollerata anche dalle pelli sensibili.Comodissimo da applicare essendo in stick, una mia amica che l’ha utilizzato mi ha assicurato che è efficacissimo: spegne l’infiammazione senza bruciare (spesso i prodotti per combattere l’acne irritano ulteriormente la pelle), e con applicazioni costanti asciuga il brufolo in un giorno!

Per purificare a fondo la pelle, una o due volte la settimana, concedetevi un trattamento extra. Tra quelli più consigliati dai dermatologi ci sono le maschere a base di argilla: un ingrediente ideale in caso di acne ma non solo, perché è anche un ottimo antiossidante.

THERINE – “Neroluce” Maschera viso purificante (€ 39,00 / 50 ml)(3 stelle)

Avete presente la famosa “black mask”, di cui si è parlato tanto negli ultimi anni? Questo prodotto ne è un esempio. Contiene argilla verde ventilata, ideale per eliminare il sebo in eccesso, carbone vegetale, dall’azione detox anche per lo smog cittadino, e sali del Mar Morto, per un effetto depurativo; in più, sempre dedicati alle pelli impure, ci sono ingredienti come estratti di bardana, liquerizia, lichene islandico e tea tree oil. Gli ingredienti purificanti sono bilanciati da quelli idratanti, seppur leggeri e non occlusivi dei pori della pelle, come aloe vera e olio di jojoba, che la rendono un prodotto adatto a tutti. Naturale al 100%.È un’ottima maschera all’argilla, più comoda rispetto all’argilla pura perché è già pronta; si applica molto bene e ha una bella profumazione balsamica. Come l’argilla si secca e ci vuole un po’ a risciacquarla, l’unico neo che si può trovare, perché è davvero molto buona.

Per contrastare l’ispessimento cutaneo e la formazione di impurità, è utile anche esfoliare la pelle: i miei esperti però hanno sconsigliato lo scrub, per non irritare ulteriormente, preferendo invece l’azione degli acidi, come quelli della frutta. Potete trovarli in un tonico esfoliante (al link il post con i prodotti bio che vi ho suggerito di recente) oppure in un peeling da utilizzare come trattamento un paio di volte la settimana.

PUROPHI – Exfoliating Serum (€ 28,00 / 150 ml)(3 stelle)

Questo è il primo peeling enzimatico che ho provato: confesso che ero scettica su questa tipologia di prodotto, ma questo in particolare mi è stato raccomandato e mi sono fidata. Ho fatto bene, perché è stata una bellissima sorpresa: lascia la pelle super liscia e luminosa, forse più di uno scrub, e senza irritarla minimamente, come invece a volte accade con lo sfregamento dei granuli!I peeling come questo agiscono sempre eliminando le cellule morte, ma lo fanno tramite l’azione di acidi e non attraverso il movimento meccanico dei granelli come gli scrub; nel prodotto di Purophi sono contenuti acido mandelico, ricavato dalle mandorle, delicato ma efficace su rughe, macchie e acne, e acido tartarico (estratto dall’uva), ideale per pelli spente e impure. In più ci sono estratti di mela, idratante, uva, antiossidante, limone, per combattere il colorito spento, aloe vera, idratante e lenitivo; un prodotto insomma ideale per tutti i tipi di pelle, da quelle miste a quelle mature, che hanno bisogno di rinnovare la cute e stimolare la circolazione. Il marchio è certificato bio da AIAB.

Infine, vi voglio riportare un ultimo suggerimento: se il problema principale che vi sta causando l’uso della mascherina sono irritazioni e dermatite, e utilizzate una mascherina lavabile (sono le più sostenibili per l’ambiente!), fate attenzione al detersivo con cui la lavate. I giusti prodotti per il bucato possono davvero salvarvi la pelle: a questo link trovate alcuni detersivi per lavatrice naturali e ipoallergenici, perfetti anche per chi soffre di dermatite!

Legenda:

(1 stella) = buono(2 stelle) = ottimo(3 stelle) = qualcosa di eccezionale!

I contenuti di questo post non sono legati a nessun tipo di operazione commerciale.Le aziende e i prodotti segnalati sono stati recensiti di mia iniziativa e in base ai miei gusti e valori.

Tessa Gelisio

L'articolo La nuova beauty routine, a “misura di mascherina” sembra essere il primo su Ecocentrica.