Tiscali.it
SEGUICI

Indumenti in lino per l’estate: le proposte più sostenibili

Tessa Gelisiodi Tessa Gelisio   
Indumenti in lino per l’estate: le proposte più sostenibili

Potrei mai rinunciare agli indumenti in lino durante la calda estate? Questo tessuto naturale è davvero il protagonista della bella stagione: leggero ma resistente, mantiene la pelle fresca e protetta anche quando le temperature sono proibitive. Non tutti sanno, però, che il lino è anche un filato davvero amico dell’ambiente: la sua produzione è molto sostenibile, poiché richiede poca acqua – fino a 4 volte in meno del cotone – ed è naturalmente resistente a un gran numero di parassiti. Questo significa che la sua coltivazione, anche quando non è biologica, non richiede un uso abbondante di pesticidi chimici!

Certo, quando si parla di una maggiore sostenibilità, sono molti i fattori a cui prestare attenzione: dalla produzione degli indumenti fino alla loro distribuzione sul mercato. Per questo, ho deciso di selezionare per voi alcuni brand che propongono soluzioni estive in lino a basso impatto ambientale.

Da Slow Nature, il vestito in lino eccedente

Colorati, morbidi e possibilmente smanicati: durante l’estate amo molto indossare vestiti in lino, per approfittare della leggerezza di questo tessuto e di un maggiore senso di freschezza. Sul mercato ne esistono di ogni taglio e fantasia, ma è necessario verificare come siano stati prodotti.Ad esempio, Slow Nature propone un vestito molto interessante, attento a una maggiore sostenibilità ambientale. Prodotto a Roma per la Collezione Souldaze di Domitilla Mattei, è infatti realizzato in lino eccedente: in altre parole, dal recupero del surplus di tessuto di altre lavorazioni dell’industria manifatturiera. Un buon modo per evitare gli sprechi e ridurre l’impatto ambientale del nostro armadio. Scollo profondo e taglio smanicato permettono a questo abito di essere indossato anche nei pomeriggi più assolati, senza soffrire troppo la morsa del caldo. La fantasia colorata, nel frattempo, riflette perfettamente la stagione estiva.L’abito è disponibile sul sito ufficiale a un prezzo di 170 euro.

Le gonne in lino biologico di Modalità

Le gonne rappresentano da sempre uno degli indumenti immancabili per l’estate: soprattutto se larghe e comode, aiutano a rinfrescare il corpo. E, senza grandi sorprese, il lino è uno dei principali tessuti che viene impiegato proprio per la creazione di gonne adatte a questa stagione.Vi sono però aziende come Modalità, una realtà di Faenza che ha voluto rendere ancora più sostenibile questo filato. Come? Scegliendo il lino biologico, ovvero coltivato senza l’utilizzo di pesticidi e fertilizzanti chimici. Ancora, la lavorazione del tessuto non prevede l’uso di sbiancanti di sintesi, così come di ammorbidenti e impermeabilizzanti chimici, mentre le tinte sono completamente naturali.Fra le tante proposte, mi ha incuriosito la gonna Elsa: dalla campata larga e dalla comoda fila di bottoni frontale – rigorosamente in legno – è dotata anche di comode tasche laterali. Il caldo color ruggine si abbina poi sia alle giornate estive che ai primi giorni dell’autunno.La gonna è disponibile sul sito ufficiale a un prezzo di 88 euro.

Pantaloni di lino, tanta freschezza da PlayUp

Tra gli indumenti indispensabili per l’estate, non possono mancare dei leggeri pantaloni in lino. Perfetti per la vita di tutti i giorni, quando ci dobbiamo spostare per delle piccole commissioni o visitare i luoghi di villeggiatura.

Ad esempio PlayUp, azienda portoghese con una distribuzione in tutta Europa, propone questi pantaloni lunghi in lino organico. La comodità è garantita non solo da un taglio ampio, che offre quindi la massima traspirazione per la pelle, ma anche da una vita elasticizzata, che si adatta perfettamente alle forme del corpo. In chiaro colore “skin”, così da non attirare il calore, questi pantaloni sono anche dotati di utili tasche posteriori. Non ultimo, si possono lavare a bassissime temperature – anche a 30 gradi – riducendo così ulteriormente il proprio impatto sull’ambiente.I pantaloni in lino sono disponibili sullo store ufficiale a 96.50 euro.

Una camicia in lino certificato, da ANSE e WhatAEco

E dopo i pantaloni, d’estate non può mancare una camicia in lino, da abbinare a un paio di short oppure da indossare la sera quando le temperature cominciano a diminuire.Fra le tante proposte presenti sul mercato, segnalo la camicia prodotta da ANSE e distribuita in Italia da WhatAEco. È infatti realizzata in lino certificato OEKO-TEX, uno standard che assicura una scelta delle materie prime e una lavorazione attenta all’ambiente, così come anche al benessere dei lavoratori.

Disponibile nei colori lino grezzo oppure bianco, la camicia presenta un taglio classico con orlo curvo e può essere indossata nelle più svariate occasioni. Con dei pantaloncini, sopra a dei jeans, in abbinato a una gonna: l’ideale sia per outfit più sbarazzini che per situazioni più formali.

La camicia è disponibile sullo store WhatAEco a un prezzo di 115 euro.

In conclusione, quest’estate riscopriamo il lino: un tessuto morbido, leggero e a basso impatto sull’ambiente, per stare al fresco senza danneggiare il Pianeta!I contenuti di questo post non sono legati a nessun tipo di operazione commerciale.Le aziende e i prodotti segnalati sono stati recensiti di mia iniziativa e in base ai miei gusti e valori.

Tessa Gelisio

L'articolo Indumenti in lino per l’estate: le proposte più sostenibili sembra essere il primo su Ecocentrica.

Tessa Gelisiodi Tessa Gelisio   
I più recenti
Moda mare per l’estate 2024: le proposte più sostenibili
Moda mare per l’estate 2024: le proposte più sostenibili
Abbronzatura in estate: i 10 cibi più ricchi di betacarotene
Abbronzatura in estate: i 10 cibi più ricchi di betacarotene
Cani le regole per una buona dieta casalinga
Cani le regole per una buona dieta casalinga
Pulire frigorifero e congelatore: rimedi naturali e consigli utili
Pulire frigorifero e congelatore: rimedi naturali e consigli utili
Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Claudia Mura

Nata a Cagliari nel 1968, si è laureata in Filosofia nel 1997. Dopo alcune...

Stefania Divertito

Napoletana, è giornalista d’inchiesta, comunicatrice e scrittrice specializzata...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Serena Ritarossi

Di origine ciociara, classe '94, si laurea in Editoria e Scrittura alla Sapienza...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Ignazio Dessì

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...