Tiscali.it
SEGUICI

Abbigliamento da trekking ecocentrico: i consigli di sostenibilità

Tessa Gelisiodi Tessa Gelisio   
Abbigliamento da trekking ecocentrico: i consigli di sostenibilità

La primavera è finalmente tornata e non c’è niente di meglio che viverla all’aria aperta, con lunghe passeggiate in compagnia di Jack e Viola. Si tratti di una semplice scampagnata oppure di un percorso più impegnativo, serve però l’abbigliamento da trekking giusto: da una calda felpa per proteggersi dagli sbalzi di temperatura tipici della stagione, fino a pantaloni in tessuto tecnico per abbinare grande confort con la massima sicurezza. Naturalmente, tutto in pieno stile ecocentrico: tessuti in fibre riciclate, affinché siano a basso impatto per l’ambiente.

Ho quindi deciso di proporvi il mio abbigliamento da trekking preferito, scegliendo diversi marchi che hanno fatto di una maggiore sostenibilità una vera e propria vocazione. Non solo nella scelta dei materiali, ma anche nella durata: bisogna infatti sempre ricordare come non ci sia niente di più sostenibile di un capo capace di durare per anni.

Da Patagonia una soluzione per proteggersi dagli acquazzoni

Chi ama concedersi lunghe camminate primaverili, lo sa: non bisogna mai farsi cogliere impreparati durante questa stagione. Anche il cielo più terso e azzurro può ricoprirsi in pochi istanti di nuvole, generando improvvisi acquazzoni. Serve quindi avere con sé una soluzione che, oltre a essere leggera e occupare poco spazio, ci permetta di rimanere sufficientemente asciutti.Con la sua Houdini Jacket, Patagonia – un marchio di cui spesso parlo qui su Ecocentrica, perché da sempre focalizzato sulla protezione ambientale a 360° – offre una comoda soluzione ai repentini campi meteorologici della primavera. Realizzata in nylon al 100% riciclato, e dotata di cuciture Fair Trade Certified – una certificazione che assicura il massimo della sostenibilità sia nell’impiego dei materiali che nelle condizioni di lavoro dei fornitori – è pensata per proteggere dalle intemperie, mantenendo il massimo della leggerezza. La presenza di speciali cordini in vita e ai polsi, ancora, ne assicura la massima impermeabilità.La Houdini Jacket è in vendita sul sito ufficiale di Patagonia a 110 euro.

Con La Sportiva, la felpa tecnica è più sostenibile

Una felpa in tessuto tecnico non può mai mancare nelle giornate primaverili da trascorrere all’aperto: è infatti ideale quando le temperature sono sufficientemente alte da rinunciare a una giacca, senza però soffrire improvvisi sbalzi o colpi di vento. E sebbene sul mercato di queste felpe ne esistano davvero di ogni fattura e colore, meglio sceglierle a basso impatto ambientale.La Sportiva, azienda veneta che da tempo propone abbigliamento da trekking attendo a una maggiore sostenibilità, propone Existence Woody: una felpa termica che offre sia protezione dal freddo che il massimo della comodità, il tutto con un tessuto tecnico anti-abrasione, affinché il capo non venga rovinato dallo sfregamento con lo zaino oppure con borse e borsoni. La felpa è realizzata con poliestere riciclato al 93,5% e dal 6.5% in elastan, mentre i rinforzi sono in poliammide all’85% riciclato e il 15% in elastan. Tasche e borse sono invece in poliestere al 100% riciclato.La felpa è in vendita sul sito ufficiale di La Sportiva, a un prezzo di 150 euro.

Rock Experience, gambe sempre protette durante il trekking

Proprio data la variabilità meteorologica tipica della primavera, vestirsi a strati è l’ideale quando si decide di dedicarsi al trekking. E non solo con giacche e felpe, ma anche proteggendo gli arti inferiori, soprattutto quando ci si reca in montagna.Una soluzione molto utilizzata dai trekker sono i sottopantaloni in tessuto aderente, pensati per mantenere sempre la corretta temperatura delle gambe. Rock Experience, azienda del lecchese specializzata in vestiario sportivo, propone Dufour: un sottopantalone in tessuto Power Fleece, capace di garantire sia la giusta termoregolazione che di lasciare traspirare la pelle. Il già citato tessuto Power Fleece è bi-elastico e realizzato in poliestere al 95% riciclato e al 5% di elastan, mentre il rivestimento impermeabile è in poliestere pongee, anch’esso riciclato.I sottopantaloni di Rock Experience sono disponibili sullo shop ufficiale a un prezzo di 64.99 euro.

Da Vaude la giacca perfetta contro vento e pioggia

Per chi vuole una protezione maggiore in caso di vento e pioggia, Vaude – uno dei marchi più noti sull’abbigliamento sportivo e da trekking – propone delle soluzioni davvero interessanti, in fibre al 100% riciclate.Uno dei tanti esempi è rappresentato da Neyland, una giacca pensata per proteggere sia dalle improvvise e gelide folate di vento che dall’azione della pioggia. Realizzata in poliestere al 100% riciclato e con processi di lavorazione a emissioni neutre, la giacca è windproof e waterproof, cioè resiste perfettamente al vento e all’acqua. La particolarità è un tessuto a 2.5 strati capace di garantire sempre la corretta termoregolazione senza impedire la traspirazione della pelle: tanto che, in caso si dovesse iniziare a sudare, il tessuto stesso aiuta a espellere l’umidità accumulata.La giacca è disponibile sul sito ufficiale Vaude a un prezzo di 179 euro.

Uno zaino capiente, in tessuto al 100% riciclato

Cosa non puoi mai mancare nelle giornate di trekking più intense? Un capiente zaino, indispensabile per aver con sé tutto il necessario, soprattutto quando il tragitto scelto si percorre in più giorni. E, anche in questo caso, dobbiamo prestare attenzione all’ambiente: scegliere brand che producono a basse emissioni e, soprattutto, da materiali di riciclo.Con l’Abisko Hike 35, uno zaino decisamente capiente ma leggero, Fjällräven raggiunge alla perfezione questo scopo. La società svedese, uno dei nomi di riferimento sul mercato per l’attrezzatura da trekking più sostenibile, propone infatti una soluzione in nylon al 100% riciclato, dotata di numerose tasche per trasportare davvero di tutto. Lo zaino prevede poi un tessuto traspirante per la superficie che aderisce alla schiena, così da limitare umidità e sudore, inoltre incorpora una cintura da legare in vita per rendere il trasporto più semplice. Non ultimo, dispone di una copertura completamente impermeabile – sempre in nylon riciclato al 100% – per coprire lo zaino in caso di acquazzoni e proteggere, così, gli oggetti che vengono custoditi al suo interno.

Lo zaino Abisko Hike 35 è disponibile sul sito ufficiale di Fjällräven a un prezzo di 229.95 euro.

I contenuti di questo post non sono legati a nessun tipo di operazione commerciale.Le aziende e i prodotti segnalati sono stati recensiti di mia iniziativa e in base ai miei gusti e valori.

Tessa Gelisio

L'articolo <strong>Abbigliamento da trekking ecocentrico: i consigli di sostenibilità</strong> sembra essere il primo su Ecocentrica.

Tessa Gelisiodi Tessa Gelisio   

I più recenti

La dieta dei 5 colori. Quali sono le proprietà nutritive di frutta e verdura e perché mangiarle aiuta l'ambiente
La dieta dei 5 colori. Quali sono le proprietà nutritive di frutta e verdura e perché mangiarle aiuta l'ambiente
Abiti leggeri più sostenibili per la primavera
Abiti leggeri più sostenibili per la primavera
Cani e bella stagione, come passeggiare nei prati incolti evitando tutti i pericoli
Cani e bella stagione, come passeggiare nei prati incolti evitando tutti i pericoli
Indice glicemico, sport e stile di vita: come abbassare la glicemia allenandosi
Indice glicemico, sport e stile di vita: come abbassare la glicemia allenandosi

Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Claudia Mura

Nata a Cagliari nel 1968, si è laureata in Filosofia nel 1997. Dopo alcune...

Stefania Divertito

Napoletana, è giornalista d’inchiesta, comunicatrice e scrittrice specializzata...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Serena Ritarossi

Di origine ciociara, classe '94, si laurea in Editoria e Scrittura alla Sapienza...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Ignazio Dessì

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...