Tiscali.it
SEGUICI

Mancano impianti di trattamento rifiuti industriali, l’export costa all’Italia 1 miliardo di euro l’anno

Il Paese ha bisogno di realizzare una propria rete per il trattamento dei rifiuti. Grazie a questi si potranno trasformare gli scarti in nuove materie prime o in energia. La denuncia di Assoambiente

TiscaliNews   
Foto Ansa
Foto Ansa

L'assenza sul territorio nazionale di un'adeguata rete di impianti di trattamento costringe il nostro Paese ad esportare ogni anno ingenti quantitativi di rifiuti provenienti da attività industriali. Questi rifiuti all'estero vengono trasformati in nuove materie prime e in energia, e il gap impiantistico costa al Paese circa 1 miliardo di euro l'anno. La denuncia emerge da un rapporto presentato da Assoambiente (Associazione Imprese Servizi Ambientali ed Economia Circolare).

I rifiuti speciali, al netto di quelli derivanti dal comparto costruzioni, nel 2019 (ultimo anno per cui sono disponibili i dati) sono stati quasi 111 milioni di tonnellate. Nel 2019 sono state esportate oltre 4 milioni di tonnellate di rifiuti speciali, destinati nel 50% dei casi verso paesi vicini come Germania, Austria, Francia, Svizzera e Slovenia. La Germania ne ha accolte 800.000 tonnellate. Il 23% dei rifiuti esportati è stato destinato ad impianti di incenerimento o recupero energetico, il 14% è stato conferito in discarica o avviato ad altre operazioni di smaltimento, il resto è stato riciclato.

Secondo Assoambiente, già oggi si evidenzia un fabbisogno impiantistico superiore a 10 milioni di tonnellate di rifiuti/anno e un fabbisogno cumulato nei cinque anni (2021-2025) pari a circa 34 milioni di tonnellate. Non colmare questo gap significa cedere all'estero valore economico pari a circa 1 miliardo di euro l'anno, al netto delle perdite in termini occupazionali, di produzione di materie prime ed energia e di gettito fiscale.

La sola mancata produzione di energia generabile dai rifiuti destinati ad essere "termovalorizzati" all'estero è stimabile fra i 330.000 e 400.000 MWh all'anno. Per un Paese come l'Italia che importa energia, si traduce in un costo annuo, a valori di mercato, fra 40 e 60 milioni di euro.

TiscaliNews   

I più recenti

Engie, avviato il più grande parco agrovoltaico d'Italia (Ansa)
Engie, avviato il più grande parco agrovoltaico d'Italia (Ansa)

Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...