Tiscali.it
SEGUICI

Rivoluzione in vista per il settore fotovoltaico, celle “tandem” avranno una resa superiore al 30 per cento

Il futuro del fotovoltaico made in Italy è più luminoso che mai. Enea è al lavoro su una nuova generazione di celle perovskite-silicio con prestazioni ben al di sopra di quelle attuali. Enea: “Siamo fiduciosi”

di GreenReport.it   
Rivoluzione in vista per il settore fotovoltaico, celle “tandem” avranno una resa superiore al 30...

Il programma di ricerca Fotovoltaico ad alta efficienza, condotto da Enea in collaborazione con Cnr, Rse e varie università, sta disegnando il futuro del fotovoltaico made in Italy. Si tratta di una linea di ricerca fondamentale per lo sviluppo sostenibile del Paese, dato che il pacchetto Ue Fit for 55 prevede che l’Italia raggiunga 64 GW di potenza fotovoltaica installata al 2030, a fronte dei 25 GW di capacità installata al 2022, generando una quantità di energia elettrica annua pari a 88 TWh, contro i 27,5 TWh prodotti nel 2022.

«Il nostro obiettivo - spiega Paola Delli Veneri, responsabile del laboratorio Dispositivi innovativi Enea - è migliorare le prestazioni delle celle solari e studiare soluzioni applicative che promuovano la penetrazione della tecnologia fotovoltaica nel sistema produttivo e, dunque, nel sistema elettrico. Siamo fiduciosi sulla possibilità di riuscire a superare a breve la barriera “psicologica” del 30% di efficienza per le celle tandem, avvicinandoci allo stato dell’arte mondiale della tecnologia».

In particolare, Enea nei centri di Portici (NA) e Casaccia (Roma) sta lavorando, in collaborazione con l’Università degli Studi di Tor Vergata, allo sviluppo della nuova generazione di celle solari con la tecnologia “tandem”, del tipo perovskite/silicio – realizzata con una cella posteriore in silicio ed una frontale in perovskite- ottenendo efficienze maggiori del 28% sul cm2.

Il team di ricerca sta inoltre lavorando allo sviluppo di soluzioni innovative che integrano l’utilizzo della luce solare per fotovoltaico e fotosintesi, in grado di trasmettere la radiazione solare necessaria alla crescita delle piante e contemporaneamente generare energia elettrica. In questo contesto si stanno sperimentando coperture fotovoltaiche da applicare in serre agricole con approcci su scala di laboratorio e su larga area: strutture semitrasparenti a film sottile spettralmente selettive (aree fino a 100 cm2) e moduli fotovoltaici semitrasparenti opportunamente progettati da Enea per essere inseriti in contesti di pregio.

A cura di GreenReport.it

di GreenReport.it   
I più recenti
Vademecum della Cei sulle comunità energetiche. Foto Cei
Vademecum della Cei sulle comunità energetiche. Foto Cei
Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Claudia Mura

Nata a Cagliari nel 1968, si è laureata in Filosofia nel 1997. Dopo alcune...

Stefania Divertito

Napoletana, è giornalista d’inchiesta, comunicatrice e scrittrice specializzata...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Serena Ritarossi

Di origine ciociara, classe '94, si laurea in Editoria e Scrittura alla Sapienza...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Ignazio Dessì

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...