Ecobonus per l’acquisto di un’auto elettrica, ecco l’elenco dei modelli che si possono comprare

Nel decreto Rilancio il governo ha inserito altri 100 milioni di euro per sostenere gli incentivi dedicati alla mobilità sostenibile

Ecobonus per l’acquisto di un’auto elettrica, ecco l’elenco dei modelli che si possono comprare
TiscaliNews

L’emergenza coronavirus rappresenta per il mondo "anche un’opportunità", da sfruttare per velocizzare il passaggio verso la mobilità sostenibile. Le macchine che funzionano grazie all’uso di combustibili derivati dalla raffinazione del petrolio sono il passato, e l’uomo deve necessariamente guardare al futuro. Ne vale della salute del Pianeta e, di conseguenza, anche della salute di oltre 7 miliardi di persone. Il Governo, nel decreto Rilancio, ha stanziato altri 100 milioni di euro per sostenere gli incentivi per l’acquisto di un’auto elettrica, ibrida e anche plug-in. Gli sconti previsti vanno da 1.500 a 6.000 euro sul prezzo di listino.

Intanto è indispensabile comprendere la differenza tra auto elettrica, ibrida e ibrida plug-in. La prima vene spinta da un motore elettrico che utilizza, come fonte primaria d’energia, la carica elettrica immagazzinata all’interno di speciali batterie. Le auto ibride sono invece dotate di un motore elettrico e di un altro alimentato a carburante (quasi sempre benzina). Il motore elettrico si ricarica attraverso l’energia prodotta dal motore a carburante. La terza tipologia di vetture, le auto ibride plug-in, differiscono soltanto per un “dettaglio”: sono sempre dotate di 2 motori ma quello elettrico può esser ricaricato anche da una rete elettrica esterna.

Fondamentale, per valutare l’acquisto di una nuova auto, e per capire l’ammontare dell’ecobonus governativo, è la quantità di emissioni di CO2. Le auto per cui richiedere l’incentivo, si legge sul sito istituzionale, non devono avere emissioni di Co2 superiori ai 70 g per chilometri percorso. Minori sono le emissioni e maggiori saranno le agevolazioni. Per i veicoli elettrici con emissioni comprese tra 0 e  20 g/km si possono ottenere 4.000 euro, mentre per quelli ibridi e plug-in con emissioni comprese tra 21 e 70 g/km il bonus è di 1.500 euro. Va evidenziato che per accedere all’ecobonus il veicolo deve appartenere alla categoria “M1”.

I veicoli per cui si richiede l’agevolazione dovrà rispettare altri due parametri:
1) essere acquistato e immatricolato tra il 1 marzo 2019 e il 31 dicembre 2021

2) il prezzo di listino deve essere inferiore a 50 mila euro (optional compresi ma esclusi Iva e costi per la messa in strada)

Gli incentivi aumentano se si decide di rottamare la vecchia automobile: ecobonus sale a 6 mila euro per le auto elettriche e a 2.500 euro per le ibride e plug-in. Nel decreto Rilancio sono stati previsti degli incentivi anche per l’acquisto di ciclomotori e motocicli a due ruote (appartenenti alle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e) che non superano la velocità massima dei 45 chilometri orari.

Presentare la richiesta per l’ecobonus è un onere che ricade interamente sulle spalle del concessionario, che dovrà compilare la richiesta sul portale ecobonus.mise.gov.it. Dalla presentazione della domanda il rivenditore avrà a disposizione 180 giorni di tempo per consegnare il veicolo.

Non esiste una lista ufficiale dei modelli di auto che rientrano nelle categorie che beneficiano dell’ecobonus. Nonostante ciò alcuni siti internet hanno stilato un elenco dei modelli che rispettano le condizioni imposte dal decreto.

Audi A3 SPB e-tron
Audi Q5
Bmw Active Tourer
Bmw i3
Bmw Serie 3 Berlina
Bmw Serie 5 Berlina
Citroen C-Zero
Citroen E-Mehari
Ds 3 Crossback
Ds 7 Crossback
Ford Kuga Serie 3
Hyundai Ioniq
Hyundai Kona
Kia Niro
Kia Optima Berlina
Kia Optima station
Mercedes Classe C berlina
Mercedes Classe C station
Mercedes Glc suv
Mini Countryman
Mitsubishi Outlander
Nissan e-Nv200 Evalia
Nissan Leaf
Opel Corsa-e
Opel Grandland X
Peugeot 208
Peugeot iOn
Renault Zoe
Smart Fourfour
Smart Fortwo cabrio
Smart Fortwo coupè
Tesla Model 3
Toyota Prius Pulg-in
Volkswagen e-Golf
Volkswagen e-up!
Volkswagen Passat berlina
Volkswagen Passat station
Volvo S60

Riferimenti