Bollette di luce e gas alle stelle: una strategia per contenere i rincari

Con l'aumento del costo delle materie prime e la montante crisi energetica globale, le bollette stanno diventano un salasso. Meglio prendere subito qualche precauzione

Foto Shutterstock
Foto Shutterstock
TiscaliNews

Nonostante l'intervento tempestivo del governo Draghi per tamponare gli aumenti delle tariffe energetiche, il rincaro record delle bollette di luce e gas per le famiglie italiane è un fatto incontrovertibile: quest'inverno riscaldare la nostra casa e illuminarla ci costerà come mai prima d'ora. Che fare per arginare i rincari?

Perché le bollette di gas e luce saranno più care

Sono tanti i fattori che hanno comportato questo balzo in avanti delle tariffe e che non fanno dormire sonni tranquilli nemmeno per l'immediato futuro, con possibili nuovi balzelli in arrivo. La prima causa degli aumenti è il rincaro record del costo della materia prima, ovvero l'elettricità e il gas. A spingere i prezzi è la crescente ripresa economica post pandemia globale: nel biennio 2019/2020 la produzione è rallentata e, per fronteggiare un inverno particolarmente freddo, l'Europa ha consumato buona parte delle sue scorte di gas. Con la ripresa del settore produttivo e la discesa in campo di un potente player energivoro come la Cina, sul mercato c'è pochissimo gas disponibile, circostanza che ha fatto da subito lievitare i prezzi. Nel quadro generale bisogna inserire anche le pressioni politiche della Russia, uno dei principali fornitori di gas dell'Unione. Mosca minaccia di chiudere i rubinetti all'Europa per spingere Bruxelles ad accettare una serie di misure politiche ed economiche, strategia che fa ulteriormente innervosire i mercati e alzare i prezzi.

Per quanto riguarda l'elettricità, il costo è innalzato dalla lenta, faticosa transizione ecologica. La quota di energia elettrica proveniente dalle rinnovabili ha un costo di sistema più alto, a cui si aggiungono sanzioni e zavorre applicate all'energia proveniente dal carbone e dai combustibili fossili, applicate proprio per disincentivarne l'utilizzo. Questi rialzi si inseriscono in un quadro globalizzato su cui pesa la scarsità di materie prime, la lentezza degli approvvigionamenti, la crisi dei container, il blocco del canale di Suez.

Una serie di concause a livello globale che stanno scatenando la tempesta perfetta, capace di arrivare dai grandi mercati al portafoglio dei piccoli risparmiatori.

Contro l'incertezza: il prezzo bloccato

In momenti di così forte volatilità dei prezzi la strategia più semplice ed immediata è quella di guadagnare tempo, cercando un'offerta a prezzo bloccato. Giova ricordare che le società che forniscono la materia prima possono incidere solo sulla cosiddetta voce "componente materia prima", ovvero il costo del gas e della corrente elettrica consumata. Chi legge mensilmente la propria bolletta sa che questa voce incide su circa il 50% del prezzo totale pagato, a cui si aggiungono una gran quantità di oneri fiscali e tariffe, il cui importo è deciso dallo Stato, attraverso l'azione dell'Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI).

In questo momento di grande volatilità, scegliere un'offerta a prezzo bloccato significa cautelarsi da ulteriori rincari della materia prima, almeno per un dato periodo di tempo (che può variare da 1 a 3 anni): su almeno metà della bolletta la spesa sarà quindi prevedibile e fissa, mentre sull'altra metà potrebbero esserci variazioni dovute alle decisioni dell'Autorità, sia in positivo sia in negativo per il consumatore finale. Se quindi il governo decidesse un ulteriore taglio degli oneri fiscali in bolletta, i clienti a prezzo bloccato ne trarrebbero comunque giovamento, anche qualora il prezzo della materia prima salisse ulteriormente. Se invece i bonus energia venissero cancellati, a salire sarebbe solo la quota relativa agli oneri fiscali, non quella del costo di gas e luce.

24 mesi in tranquillità e green: l'offerta Sorgenia

Alla luce della crescente volatilità dei prezzi, un'offerta a prezzo bloccato come quella di Sorgenia è una delle soluzioni per fronteggiare i rincari in bolletta. L'azienda - uno dei player più importanti nel panorama italiano - propone due offerte differenziate con un prezzo bloccato per luce e gas.

Il pacchetto base ha una durata di 12 mesi e garantisce energia 100% green. Il contratto Next Energy 24, invece, consente una protezione dalle oscillazioni di mercato per ben 24 mesi, monitorando e ottimizzando più a lungo i propri consumi. Inoltre, grazie al servizio Beyond Energy, che analizza nel dettaglio la configurazione energetica della vostra casa, avrete sempre la certezza di calibrare perfettamente i consumi in base alle vostre reali esigenze, diminuendo in modo significativo l’impatto ambientale. A chiudere questa fantastica offerta, arriva anche uno speciale sconto fedeltà, che corrisponde ad un 5% per i primi 12 mesi di fornitura e un 10% a partire dal tredicesimo mese di servizio.

Green e full digital: l'offerta innovativa di Sorgenia

Oltre ad offrire ai propri clienti la tranquillità di un prezzo bloccato in un periodo tanto instabile, Sorgenia garantisce un approccio smart al controllo dei propri consumi mensili e delle tariffe applicate nel calcolo della bolletta. Un impegno per la sicurezza e la comodità dei propri clienti che caratterizza da sempre il primo fornitore full digital italiano. Le utenze di gas ed energia elettrica Sorgenia infatti (sia di abitazioni private sia di attività commerciali) sono completamente controllabili e gestibili da remoto, attraverso l’applicazione MySorgenia sul proprio smartphone.

Ogni cliente Sorgenia dispone di un archivio digitale personale con tutti i documenti relativi alle bollette e allo stato dei pagamenti, sempre a portata di mano e di click dal proprio smartphone. Sorgenia si impegna anche a rendere il più possibile chiara e semplice la lettura della stessa bolletta, con una grafica dedicata: le voci della componente energetica sono riportate nel dettaglio e con chiarezza su ogni documento, affinché l'utente sia consapevole dei propri consumi e capisca quanto ogni voce incida sull'importo finale.

L'impegno green di Sorgenia è a 360%. L'azienda fornisce ai propri clienti energia proveniente da fonti rinnovabili certificate, tanto che ogni cliente può richiedere il documento che attesta la provenienza sostenibile dell'energia che consuma. Sorgenia è al fianco della sua clientela anche nel ridurre la propria carbon footprint, "l'impronta" lasciata sull'ambiente dai consumi di ciascuno, aiutando i consumatori a comprendere meglio i propri consumi. A questo proposito Sorgenia ha pensato anche al lato sociale della sostenibilità, creando una vera e propria community per agevolare lo scambio di esperienze dirette nella continua ricerca del rispetto ambientale. Greeners è la community creata per promuovere e premiare tutte le azioni volte e rendere migliore il pianeta in cui viviamo. Attraverso un sistema di missioni, Greeners coinvolge i suoi iscritti (al momento sono oltre 40 mila) nel mettere in atto tutte quelle piccole pratiche che hanno già portato risultati importanti, come oltre 200,000 missioni completate e tanta Co2 risparmiata, corrispondente al lavoro di 20 mila alberi. Un sistema di gamification ingegnoso, divertente e soprattutto utile che vede gli utenti coinvolti in prima persona per diventare dei veri e propri Ambassador del Green.

Sorgenia e Amazon: un regalo per i nuovi clienti

A quanti sottoscriveranno un abbonamento dual (luce e gas), oltre agli sconti già applicati e al prezzo della componente materia prima bloccato, Sorgenia regalerà un buon Amazon da spendere sul sito di e-commerce più grande al mondo.