Auto elettriche tutti i vantaggi per l'ambiente

Auto elettriche tutti i vantaggi per l'ambiente
di auto in rete

In tutto il mondo gli Electric Vehicles, cioè i veicoli elettrici e le auto a batteria in primis, sono indicati come la tecnologia in grado di togliere dalla strada, in pochi anni, milioni di auto inquinanti a motore termico. Si dice sempre che le auto elettriche sono a "zero emissioni", e tutti pensano alle emissioni di CO2. Ma il fatto che le macchine elettriche non emettano anidride carbonica non è affatto l'unico vantaggio: al contrario, ce ne sono altri che avranno un impatto anche maggiore sulla nostra vita quotidiana in città.

Auto elettriche: zero emissioni di CO2 e di particolato

La CO2 è un problema globale, non locale. Se una vettura emette anidride carbonica davanti ai nostri occhi nemmeno ce ne accorgiamo, ma sta contribuendo direttamente al cambiamento climatico. Se un'auto termica emette particolato, però, lo avvertiamo benissimo: cattivo odore, smog visibile ad occhio nudo nelle zone più trafficate, polveri sottili che si depositano su monumenti, palazzi e, ovviamente, anche nei nostri polmoni. L'ultimo report "Countdown on Health and Climate Change" della rivista medico-scientifica inglese The Lancet rivela che l'Italia è prima in Europa, e undicesima nel mondo, per morti causate dalle conseguenze all'esposizione alle polveri sottili. Le auto elettriche, invece, non emettono neanche un grammo di PM10 o di PM2.5 per chilometro percorso, fatta eccezione per le polveri derivanti dal rotolamento degli pneumatici.

Le auto elettriche cambieranno le nostre città

auto elettrica mercedes eqs vision concept

Con le auto elettriche a batteria, quindi, assisteremo ad un fenomeno inedito: la crescita del traffico in una determinata zona di una città non corrisponderà alla crescita dell'inquinamento. Aree molto trafficate, quindi, saranno ancora salubri, e questo cambia molto in una città. Basti pensare a come potrebbe variare la valutazione di un immobile: oggi le case in aree particolarmente trafficate valgono meno di quelle in aree più tranquille, domani il loro valore potrebbe cambiare. E questo anche per un altro dipo di emissioni, che le auto elettriche non hanno: quelle sonore. Un giorno, probabilmente, chi vive in una palazzina di fronte ad una tangenziale non sarà costretto a tenere chiuse le finestre tutto il giorno. E la qualità della sua vità sarà maggiore.

Non solo auto elettriche: la mobilità a batteria

auto elettrica ricarica

Se torniamo alla definizione iniziale di Electric Vehicles, e la espandiamo a tutti i veicoli elettrici e non solo alle auto, la portata di questo cambiamento appare ancora più evidente. Autobus elettrici, motorini elettrici, e-bike, monopattini e ogni tipo di veicolo che può essere alimentato da una batteria contribuisce alla riduzione delle emissioni (di CO2, di polveri sottili e sonore) all'interno delle nostre città. Gli autobus elettrici saranno una parte importantissima di questa rivoluzione, tanto che stanno già conquistando le grandi metropoli: Londra ne ha già ordinati 240, Manchester 106, Santiago del Chile 100.

Il problema dei veicoli commerciali

mercedes-eqv-veicolo-commerciale-elettrico

Infine, l'ultimo anello della catena della mobilità elettrica: i veicoli commerciali, pesanti e leggeri. Specialmente in Italia le merci viaggiano su gomma, e questo causa grossi problemi alle città perché molto spesso i grandi e pesanti Tir con motore diesel arrivano fino alle porte dei centri cittadini per scaricare. Trasportare grandi quantità di merci per centinaia di chilometri è una sfida ancora non alla portata delle motorizzazioni elettriche, ma una soluzione ponte è già allo studio: continuare con i trasporti tradizionali fino alle porte delle città, per poi far percorrere l'"ultimo miglio" alle merci a bordo di veicoli elettrici. Questa soluzione è in fase di test in diverse città nel mondo, ad esempio ad Amburgo dove Mercedes sta testando insieme a Meyer-Logistik il nuovo eActros: un camion da 25 tonnellate che, da quasi un anno, fa la spola tra il magazzino della società di logistica e i supermercati del centro città.