Rifiuti, sindaco di Roma lancia operazione #Scaricalincivile

Rifiuti, sindaco di Roma lancia operazione #Scaricalincivile
di Italpress

ROMA (ITALPRESS) - Dopo il periodo di lockdown legato all'emergenza coronavirus e l'inizio della Fase 2, gli operatori ecologici e la Polizia Locale di Roma Capitale hanno registrato a Roma un aumento dei casi di abbandono illecito di rifiuti. Si tratta di materiali spesso ingombranti che vengono lasciati dentro e davanti i cassonetti stradali, sui marciapiedi o nelle aree verdi della città, creando vere e proprie micro-discariche. Per questo motivo il sindaco di Roma Virginia Raggi lancia nel corso di una conferenza stampa in Campidoglio l'operazione #Scaricalincivile contro zozzoni e incivili che sporcano la città. "Abbiamo dichiarato guerra a chi sporca Roma, le nostre strade, i nostri parchi. Questi zozzoni offendono tutti noi cittadini e non rispettano la nostra città", ha detto Raggi, che ha chiesto di rafforzare i controlli. Ad aiutare gli agenti sono sempre più associazioni e anche singoli cittadini che denunciano questo tipo di illeciti. Fondamentale l'utilizzo delle fototrappole, telecamere che consentono di scattare un numero molto elevato di immagini, grazie alle quali si è risaliti ai singoli incivili, a svuotacantine abusivi e, in alcuni casi, a vere e proprie organizzazioni criminali che sversano rifiuti nei terreni della Capitale. In concomitanza con l'avvio della "Fase 2" delle misure di contenimento della diffusione del Covid-19, le squadre di Ama hanno rimosso, dal 4 al 14 maggio, complessivamente oltre 126 tonnellate di materiali effettuando circa 200 interventi, in turno diurno e notturno. "Abbiamo messo in campo un'azione sinergica di contrasto ai reati ambientali - ha aggiunto Raggi -. Un'operazione composta da diversi strumenti che mira a punire e a prevenire comportamenti illeciti come il conferimento errato di rifiuti nei cassonetti stradali, o molto più grandi come lo smaltimento illegale di ingombranti o l'interramento di rifiuti nei terreni. Stiamo portando avanti questa battaglia grazie anche all'aiuto di associazioni e cittadini che sono stanchi di vedere i propri quartieri e la loro città offesa e maltrattata da questi incivili zozzoni - ha sottolineato Raggi -. Bisogna segnalare queste persone. Lo ripeto: non è un invito alla delazione ma alla responsabilità e a prendersi cura della nostra Roma". (ITALPRESS). fsc/com 29-Mag-20 17:40