Volontari di Legambiente all’opera

di  LegAmbiente

In questo momento terribile ci rendiamo utili come possiamo. Come abbiamo sempre fatto. Piccoli contributi per rimanere uniti. Dal Piemonte alla Sicilia ecco dove possiamo darvi una mano.  

I circoli di Legambiente si stanno organizzando per offrire il loro supporto ai comuni e ai cittadini in questo momento di emergenza. Per il momento possiamo darvi queste informazioni. Aggiorneremo la pagina via via che riceveremo notizie.

State a casa. Ecco come e dove possiamo darvi una mano:

Arona (Novara)

Servizio gratuito di consegna a domicilio della spesa dedicato agli over 65 Promosso da Coop Arona con la collaborazione del circolo di Legambiente “Gli amici del Lago”. Potete prenotare la spesa telefonicamente (solo over 65) al numero 3703753284 dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12. Le consegne verranno effettuate dai volontari del Centro Operativo Comune del Comune di Arona.

Sicilia

Consegna beni di prima necessità Il Circolo Legambiente Filippo Salimeni di Agira (Enna) sta supportando l’Amministrazione Comunale con attività di assistenza alla popolazione, consegna beni di prima necessità e farmaci. Per informazioni è possibile contattare Legambiente Sicilia.

Padova

“Adottiamo un nonno” Legambiente Padova e Confesercenti con chi è in difficoltà a far la spesa. Si tratta di un servizio di consegna a domicilio di generi alimentari attivato a Padova per coloro che, nell’attuale fase di emergenza, hanno difficoltà a fare la spesa o sono impossibilitati a muoversi da casa. Il servizio sta partendo nel  quartiere Sacra Famiglia e nei prossimi giorni potrà essere esteso ad altri quartieri della città. Ecco come funziona

Ravenna

I giovani volontari del circolo Matelda, grazie ad un protocollo messo a punto prima dell’emergenza Coronavirus, sono operativi a supporto della Croce Rossa Italiana – Comitato di Ravenna. Hanno inoltre attivato una donazione di mille euro a sostegno dell’Ospedale di Ravenna “Santa Maria delle Croci” e ad Emergency impegnata in particolare sul fronte milanese.

Letture, approfondimenti, intrattenimento. Vogliamo starvi vicini anche così:  #iorestoacasa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le nostre squadre di protezione civile e i nostri volontari sono al fianco dper offrire supporto a enti pubblici e cittadini durante quest’emergenza

Dopo il fango degli anni scorsi sui “taxi del mare” e sugli “amici degli scafisti” (copyright di Luigi Di Maio e Matteo Salvini), anche Bruno Vespa nei giorni scorsi con una improvvida battuta, che ha alimentato molte polemiche, si è chiesto cosa stanno facendo le Ong (come Medici senza frontiere) durante l’emergenza coronavirus.

La risposta è semplice. Aiutano gli altri. Come sempre. 

Ci risiamo. Abbiamo già vissuto il clima di guerra mediatica contro nemici inventati (i migranti e le Ong che salvano vite in mare) con l’istituzionalizzazione del clima di odio e intolleranza praticato quotidianamente dall’allora ministro dell’interno Matteo Salvini. Pensavamo di esserne usciti. Purtroppo, non è così ed il rischio è quello di alimentare quotidianamente altre guerre mediatiche inutili approfittando del clima di incertezza e di preoccupazione dei cittadini. È il momento della solidarietà e, soprattutto, chi riveste un ruolo di pubblico e di visibilità è chiamato a dare il buon esempio.

Le Ong sono dove sempre state. Sono ad aiutare chi ha bisogno. Lo sta facendo Medici senza Frontiere, chiamata in causa da Bruno Vespa, negli ospedali tra Lodi e Codogno. Lo fanno i volontari di Mediterranea, come Fabrizio Gatti, passato dalle onde di Lampedusa a guidare un’ambulanza a Brescia.

Le associazioni lavorano generosamente in condizioni precarie anche in questo momento. Fanno quello che hanno sempre fatto, ognuno come meglio sa fare. Sul nostro sito IoRestoaCasa stiamo raccontando le attività dei nostri circoli di Legambiente e delle nostre squadre di protezione civile, in tutta Italia, dalla Sicilia al Piemonte. E continueremo a farlo, per dare sostegno a donne e uomini che ogni giorno si impegnano in prima persona, spesso in silenzio ma con grande energia, passione e determinazione per migliorare il nostro Paese.

Le associazioni e le Ong sono un patrimonio inestimabile che va curato. Il volontariato è un ingrediente fondamentale per prendersi cura del territorio, rafforzando quel senso di comunità che, oggi ancora di più, è condizione indispensabile per sentirsene responsabili.

Oggi più che mai il volontariato è un elemento indispensabile per nostro Paese. E conclusa la fase di emergenza sarà fondamentale per far ripartire l’Italia anche ascoltando e coinvolgendo sempre di più il mondo associativo del terzo settore e i tanti volontari che si rimboccano le maniche. Con buona pace di chi vuole criminalizzarle o screditarle.

L'articolo Volontari di Legambiente all’opera proviene da Legambiente.