Tiscali.it
SEGUICI

Quante foreste vergini rimangono sul nostro Pianeta?

greenpeace   
Quante foreste vergini rimangono sul nostro Pianeta?

A view from above in an old-growth spruce-dominated forest with signs of natural gap dynamics.

Nel 2021, il “Global mapping hub” di Greenpeace e l’Università del Maryland hanno lavorato alla creazione di una nuova mappa delle “foreste vergini” rimanenti sul nostro Pianeta, che mostra come e con quale velocità sono scomparse negli ultimi 20 anni e quanto velocemente potrebbe continuare a diminuire la loro estensione.

Le foreste vergini o “Paesaggi Forestali Intatti” (Intact Forest Landscapes, IFL) come vengono definiti scientificamente, sono rare e preziose. Ad essere considerate tali, sono ampi tratti di foreste, antiche e incontaminate, che:

si estendono per almeno 500 km2 di lunghezza e 10 km di larghezza; ospitano un’alta concentrazione di biodiversità (ad esempio, sono la casa dei grandi mammiferi);includono altri ecosistemi (come ad esempio le zone umide); non sono state direttamente alterate dalle attività umane (non sono frammentate da strade o sfruttate per attività agricole industriali).

Queste foreste incontaminate immagazzinano più carbonio delle “foreste secondarie” e delle piantagioni, svolgendo quindi un ruolo fondamentale nella mitigazione dei cambiamenti climatici.

Inoltre, permettono la sopravvivenza (non solo materiale ma anche culturale) di migliaia di Popoli Indigeni e ospitano una grande concentrazione di specie animali e vegetali. Ad oggi, i Paesaggi Forestali Intatti sono il 20% delle foreste del Pianeta.

Per saperne di più

Le “foreste secondarie” sono foreste che dopo una significativa rimozione o perdita della vegetazione forestale originaria, avvenuta per cause umane (es.: estrazione di legname; incendi dolosi per la creazione di pascoli…) o naturali (es.: proliferazione di parassiti; cambiamenti climatici) si stanno rigenerando, in gran parte attraverso processi naturali. Se, negli anni, il processo di rigenerazione non subisce interferenze (es.: ulteriore abbattimento di alberi; incendi frequenti…) la vegetazione secondaria può essere lentamente invasa da alberi forestali primari e tornare ad essere una foresta primaria.

Per saperne di più

Nel 2020, sul nostro Pianeta l’area occupata da foreste vergini era di 11,3 milioni di km2, ovvero solo il 9% della superficie terrestre libera dai ghiacci

I più grandi tratti di foreste vergini si trovano nel bacino del Rio delle Amazzoni, nel bacino del fiume Congo e all’interno della Grande Foresta del Nord (l’ecosistema forestale boreale). Sono infatti Brasile, Perù, Repubblica Democratica del Congo, Canada e Russia ad ospitare il 75% delle foreste vergini rimaste.

Quante foreste vergini abbiamo perso e perché

Solo una piccola parte delle foreste vergini è già protetta perché fa parte di riserve naturali, parchi nazionali e aree naturali protette in generale. Ma dobbiamo fare molto di più: incendi fuori controllo, agricoltura industriale, raccolta industriale del legname ed estrazione mineraria minacciano la sopravvivenza dei Paesaggi Forestali Intatti del Pianeta.

Negli ultimi vent’anni (dal 2000 al 2020), nel mondo, abbiamo perso 1,5 milioni di km2 di foreste vergini, una superficie che equivale circa a tre volte quella della Spagna. Il 70% di questa perdita è avvenuta in soli 6 paesi: Russia, Canada, Brasile, Bolivia, Indonesia e Perù.

This summer Siberia is extremely suffering from various consequences of climate change: heat waves, oil spills caused by permafrost thawing and raging forest fires.

E purtroppo non è finita qui: il tasso di perdita di foreste vergini nel mondo è aumentato ogni anno. Negli ultimi 7 anni (2014 – 2020), i Paesaggi Forestali Intatti hanno iniziato a scomparire del 28% in più rispetto al periodo precedente (2008 – 2014). Di questo passo, entro il 2050 rischiamo di perdere un terzo delle foreste vergini del Pianeta (rispetto all’inizio del XXI secolo).

In Russia si è registrata l’aumento più consistente dell’area di foreste vergini perse ogni anno, con un passaggio da 14 a 33 mila km2 (di foreste vergini perse ogni anno). A questo ritmo, entro il 2050 non rimarrà nulla delle vaste foreste vergini della Siberia orientale. 

Per saperne di più Non mangiarti le foreste!

L’80% della deforestazione del mondo è causata dalla produzione intensiva di materie prime, soprattutto agricole: praticamente, cibo che divora le foreste. Soia, olio di palma, cacao, carne, avocado, sono i responsabili di una distruzione senza precedenti. Stiamo decimando le foreste per far posto all’agricoltura massiva e industriale. Un milione di specie è a rischio di estinzione. Se vogliamo salvare il clima e la biodiversità, dobbiamo salvare le foreste.

Partecipa

greenpeace   
I più recenti
Il clima cambia, la politica no: il nostro messaggio per Matteo Salvini e il governo
Il clima cambia, la politica no: il nostro messaggio per Matteo Salvini e il governo
Come funziona il greenwashing delle aziende fossili
Come funziona il greenwashing delle aziende fossili
Quanta neve ha fatto quest’anno in Italia? Le notizie sono buone solo a metà
Quanta neve ha fatto quest’anno in Italia? Le notizie sono buone solo a metà
Come funziona il greenwashing nella cosmetica e come evitarlo
Come funziona il greenwashing nella cosmetica e come evitarlo
Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Claudia Mura

Nata a Cagliari nel 1968, si è laureata in Filosofia nel 1997. Dopo alcune...

Stefania Divertito

Napoletana, è giornalista d’inchiesta, comunicatrice e scrittrice specializzata...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Serena Ritarossi

Di origine ciociara, classe '94, si laurea in Editoria e Scrittura alla Sapienza...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Ignazio Dessì

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...