Tiscali.it
SEGUICI

In azione! Abbiamo spruzzato finti pesticidi sul consiglio dell’UE per protestare contro il pericoloso accordo UE-Mercosur

greenpeace   
In azione! Abbiamo spruzzato finti pesticidi sul consiglio dell’UE per protestare contro il...

L’accordo potrebbe ridurre le tariffe sulle esportazioni di pesticidi e il controllo sui prodotti che importiamo

Questa mattina attivisti e attiviste di Greenpeace hanno scalato la sede del Consiglio dell’Unione Europea a Bruxelles e irrorato l’esterno dell’edificio con finti pesticidi, mentre all’interno i ministri del Commercio europei discutevano dei negoziati commerciali in corso. I climber hanno appeso sulla facciata del palazzo striscioni con la scritta “Stop EU-Mercosur” e un trattore ha spruzzato acqua con colorante alimentare per simulare l’irrorazione di pesticidi e protestare contro un accordo che rischia di aumentare le esportazioni di queste sostanze pericolose.

 Se l’accordo UE-Mercosur verrà approvato, infatti, saranno eliminate le tariffe sulle esportazioni di pesticidi dall’UE verso i Paesi del Mercosur e si prevede un aumento notevole dell’impiego dei pesticidi prodotti nell’Unione Europea, tra cui l’erbicida glifosato e gli insetticidi imidacloprid e cipermetrina.

Una recente indagine dell’unità investigativa di Greenpeace UK Unearthed e della ONG svizzera Public Eye ha rivelato che l’UE pianifica di esportare in un solo anno  oltre 10 mila tonnellate di pesticidi attualmente vietati perché pericolosi per le api. Il rapporto investigativo spiega che questi insetticidi neonicotinoidi sono proibiti nell’UE, ma vengono comunque esportati soprattutto in Paesi con economie in via di sviluppo, causando danni incalcolabili agli impollinatori e all’ecosistema. 

Questi pesticidi rischiano inoltre di tornare sulle nostre tavole sotto forma di residui sui prodotti che importiamo, come ha rivelato una nostra recente indagine sui lime provenienti dal Brasile e venduti anche in Italia. 

Un accordo tossico per le persone e l’ambiente

L’accordo proposto tra l’UE e il Mercosur è stato criticato da diversi governi, agricoltori e società civile di entrambe le sponde dell’Atlantico che lo ritengono una minaccia per l’agricoltura, l’ambiente, i diritti umani e il clima. Le valutazioni di diverse organizzazioni mostrano inoltre che l’abbassamento delle tariffe e dei controlli su prodotti come i pesticidi provenienti dall’Europa e la carne bovina proveniente dai Paesi del Sud America farà allontanare gli obiettivi del Green Deal europeo.

L’accordo metterà ancora più in difficoltà gli agricoltori europei attraverso l’import di carne bovina a basso costo, ottenuta a spese dell’ambiente. A beneficiarne saranno solo le aziende agrochimiche europee che aumenteranno il loro export di pesticidi verso il Sud America, che include alcune sostanze vietate nell’UE. Per questo chiediamo ai governi dell’UE di fermarlo!

Una nuova tornata di negoziati tra l’UE e i Paesi del Mercosur è attesa per il 26 giugno a Buenos Aires, in Argentina. La Commissione Europea prevede di annunciare la conclusione dei negoziati al vertice dei capi di Stato e di governo dell’UE e della Comunità degli Stati Latinoamericani e dei Caraibi (CELAC) in programma il 17 e 18 luglio prossimi a Bruxelles. Se questo avverrà, il processo di ratifica dell’accordo commerciale UE-Mercosur potrebbe iniziare già nella seconda metà del 2023.

greenpeace   
I più recenti
PFAS nel sangue degli abitanti del Comune di Alessandria: superata la soglia di sicurezza
PFAS nel sangue degli abitanti del Comune di Alessandria: superata la soglia di sicurezza
Il Consiglio di Stato belga ha condannato i responsabili di un maxi inquinamento da PFAS ad Anversa
Il Consiglio di Stato belga ha condannato i responsabili di un maxi inquinamento da PFAS ad Anversa
Seamount, le montagne sottomarine che nascondono un mondo di biodiversità da proteggere
Seamount, le montagne sottomarine che nascondono un mondo di biodiversità da proteggere
Terra bruciata: come rendere Gaza inabitabile per le prossime generazioni
Terra bruciata: come rendere Gaza inabitabile per le prossime generazioni
Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Claudia Mura

Nata a Cagliari nel 1968, si è laureata in Filosofia nel 1997. Dopo alcune...

Stefania Divertito

Napoletana, è giornalista d’inchiesta, comunicatrice e scrittrice specializzata...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Serena Ritarossi

Di origine ciociara, classe '94, si laurea in Editoria e Scrittura alla Sapienza...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Ignazio Dessì

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...