Tiscali.it
SEGUICI

Hawaii, da paradiso a inferno climatico: cronache di un disastro annunciato

Foreste degradate, aumento delle temperature dell’aria e degli oceani formano un mix letale per l’intensificarsi degli eventi climatici estremi in ogni parte del globo

greenpeace   
Hawaii, da paradiso a inferno climatico: cronache di un disastro annunciato

Image: Richard Olsten | Air Maui Helicopter

Nel giro di pochi giorni le isole Hawaii, da molti considerate un paradiso naturale in terra, sono state travolte da quello che le autorità locali non hanno esitato a definire “il più grande disastro naturale di sempre” nella storia dell’arcipelago.

Incendi letali hanno trasformato l’isola in una trappola di fuoco su cui ha soffiato anche la forza dei venti dell’uragano Dora, contribuendo al propagarsi dei roghi che hanno devastato un territorio messo a dura prova da settimane di alte temperature e siccità.

Sull’isola di Maui gli incendi hanno ridotto a un cumulo di macerie Lahaina, principale cittadina dell’isola nonché meta tra le preferite dai turisti, provocando un gran numero di morti e feriti e danni a oltre mille strutture ricettive: a oggi, il bilancio è di almeno 53 vittime accertate, molte delle quali ancora da identificare, mentre mancano all’appello decine di altri dispersi. Tra i detriti di interi quartieri distrutti, si levano le testimonianze dei sopravvissuti, che descrivono vere e proprie “scene apocalittiche” e raccontano di come molte persone siano state costrette a tuffarsi nell’oceano per sfuggire al calore infernale delle fiamme.

Nel frattempo il presidente statunitense Joe Biden ha dichiarato lo stato d’emergenza per aiutare le aree e le persone colpite dal disastro, mentre il governatore delle Hawaii, Josh Green, ha affermato pubblicamente: “Il cambiamento climatico è qui e sta colpendo le nostre isole. Ma penso che lo stiano vedendo in molte altre parti del mondo”. E ha aggiunto: “La situazione qui è molto difficile, siamo in un momento in cui il riscaldamento globale è combinato con il rafforzamento delle tempeste e della siccità”.

Video via CNN Newsource / Air Maui Helicopter ToursDisastri annunciati: serve agire ora

Mentre il Pianeta si surriscalda, nessun luogo è al riparo dagli eventi climatici estremi. Nemmeno uno Stato come le Hawaii, caratterizzato nell’immaginario collettivo da una vegetazione rigogliosa e dunque, apparentemente, lontano dai paesaggi che di solito si associano al rischio di incendi. Da tempo, tuttavia, l’arcipelago sperimenta un calo della piovosità media annua, aumento delle temperature e della siccità, oltre che un mutamento del paesaggio dove parte della vegetazione autoctona è andata perduta e sono proliferate piante invasive meno resistenti agli incendi.

Foreste degradate, aumento delle temperature dell’aria e degli oceani formano un mix letale per l’intensificarsi degli eventi climatici estremi in ogni parte del globo: dagli incendi sempre più difficili da domare (spesso innescati dalle attività umane), a tempeste e uragani dalla potenza sempre più devastante.

Per scongiurare un punto di non ritorno e contenere l’aumento della temperatura globale entro la soglia di sicurezza di 1,5°C, occorre che i governi agiscano ora: mettendo in campo piani d’azione e resilienza climatica che prevengano gli impatti degli eventi estremi su territori fragili e degradati e smettendo di finanziare l’industria dei combustibili fossili, principale responsabile della crisi climatica in atto.

FIRMA ORA PER FERMARE I CAMBIAMENTI CLIMATICI

greenpeace   
I più recenti
La Giusta Causa contro ENI: abbiamo fatto ricorso in Cassazione per la giustizia climatica!
La Giusta Causa contro ENI: abbiamo fatto ricorso in Cassazione per la giustizia climatica!
È arrivata in Italia la prima intensa ondata di caldo di inizio estate: in zona Colosseo, San...
È arrivata in Italia la prima intensa ondata di caldo di inizio estate: in zona Colosseo, San...
Dichiarazione di Greenpeace sulla guerra in corso a Gaza
Dichiarazione di Greenpeace sulla guerra in corso a Gaza
Le coltivazioni “Made in Italy” sono a rischio: Italia sempre più calda, divisa tra eventi estremi...
Le coltivazioni “Made in Italy” sono a rischio: Italia sempre più calda, divisa tra eventi estremi...
Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Claudia Mura

Nata a Cagliari nel 1968, si è laureata in Filosofia nel 1997. Dopo alcune...

Stefania Divertito

Napoletana, è giornalista d’inchiesta, comunicatrice e scrittrice specializzata...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Serena Ritarossi

Di origine ciociara, classe '94, si laurea in Editoria e Scrittura alla Sapienza...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Ignazio Dessì

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...