Tiscali.it
SEGUICI

ENI continua a investire nelle fonti fossili: così peggiora solo la crisi climatica 

greenpeace   
ENI continua a investire nelle fonti fossili: così peggiora solo la crisi climatica 

Fa molti annunci e incensa spesso la sua presunta “svolta green”, ma la realtà è che ENI continuerà di fatto nei prossimi anni ad avere al centro del proprio business gas fossile e petrolio. Così, insieme a ReCommon, abbiamo deciso di farci sentire proprio alla vigilia dell’assemblea degli azionisti di ENI, che ancora una volta si terrà a porte chiuse e senza azionisti, impedendo la possibilità di dibattito su scelte strategiche importantissime in un momento storico tanto delicato.  

La giustizia climatica

Per questo oggi i nostri attivisti e le nostre attiviste hanno aperto un banner con il messaggio “ENI killer del clima”, nei pressi dello storico stabilimento dell’azienda a Porto Marghera. Solo pochi giorni fa, infatti, la Commissione per i diritti umani delle Filippine (CHR) ha pubblicato un’ indagine pluriennale su numerose società – tra cui ENI – sui danni associati alle violazioni dei diritti umani che derivano dai cambiamenti climatici di cui queste compagnie sono responsabili. Il rapporto della commissione filippina stabilisce una solida base per affermare che le attività commerciali distruttive per il clima delle compagnie di combustibili fossili e del cemento sono una minaccia per i diritti umani.

I piani di ENI per i prossimi anni: fossile, fossile e ancora fossile

Secondo quanto contenuto nell’analisi della strategia di decarbonizzazione di ENI al 2050 – pubblicata dall’autorevole associazione francese Reclaim Finance, con cui abbiamo collaborato insieme a ReCommon – i piani del Cane a sei zampe non sono in linea con quanto richiesto dagli scenari “net zero” dell’IPCC e dell’Agenzia Internazionale dell’Energia per limitare l’aumento della temperatura media globale entro 1,5°C ed evitare gli effetti peggiori dei cambiamenti climatici

ENI nel breve termine continuerà ad aumentare la propria produzione di petrolio e gas fossile e nasconde l’aumento delle sue emissioni con soluzioni fasulle come la cattura e lo stoccaggio della CO2 – che fino ad ora non ha mai funzionato, oppure – schemi di offsetting forestale che, seppur attivi da decenni, non hanno protetto le foreste che continuano a degradarsi.

L’ultima perla che abbiamo ascoltato è la bufala della fusione nucleare,  spacciata come disponibile nel prossimo decennio, a dispetto delle affermazioni degli esperti del settore che non la ritengono praticabile prima del 2060.

Chiedi a Eni di cambiare

È ora di smetterla con gli idrocarburi e di puntare davvero su un futuro green: Eni, le bugie hanno le zampe corte.

Partecipa

greenpeace   
I più recenti
È arrivata in Italia la prima intensa ondata di caldo di inizio estate: in zona Colosseo, San...
È arrivata in Italia la prima intensa ondata di caldo di inizio estate: in zona Colosseo, San...
Dichiarazione di Greenpeace sulla guerra in corso a Gaza
Dichiarazione di Greenpeace sulla guerra in corso a Gaza
Le coltivazioni “Made in Italy” sono a rischio: Italia sempre più calda, divisa tra eventi estremi...
Le coltivazioni “Made in Italy” sono a rischio: Italia sempre più calda, divisa tra eventi estremi...
Pride Month: perché non c’è giustizia climatica senza giustizia queer
Pride Month: perché non c’è giustizia climatica senza giustizia queer
Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Claudia Mura

Nata a Cagliari nel 1968, si è laureata in Filosofia nel 1997. Dopo alcune...

Stefania Divertito

Napoletana, è giornalista d’inchiesta, comunicatrice e scrittrice specializzata...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Serena Ritarossi

Di origine ciociara, classe '94, si laurea in Editoria e Scrittura alla Sapienza...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Ignazio Dessì

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...