Tiscali.it
SEGUICI

COP26, la prima bozza dell’accordo è un testo debolissimo

greenpeace   
COP26, la prima bozza dell’accordo è un testo debolissimo

Greenpeace UK supporters and volunteers take part in a climate march in London. Part of a Global Day of Action for COP26, calling on the UK Government and world leaders to ‘Stop Failing Us’ on the climate crisis.

La Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici ha pubblicato oggi una  prima bozza del testo relativo alle decisioni finali che verranno assunte nell’ambito della COP26 di Glasgow. Un documento che allo stato attuale giudichiamo inaccettabile: non menziona affatto i combustibili fossili, nonostante tutti sappiano che è ora di chiuderla con carbone, petrolio e gas se vogliamo raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi e limitare il riscaldamento globale entro 1.5°C.

Non possiamo negare di essere molto preoccupati per la mancanza di ambizione di questo testo: di solito la prima bozza di un accordo internazionale sul clima è relativamente ambiziosa, per poi indebolirsi durante la seconda settimana di negoziati.

Cosa possiamo quindi aspettarci da una prima bozza già così debole?

Per colpa dell’ostruzionismo di chi porta avanti gli interessi legati ai combustibili fossili, la prima versione del testo ufficiale non riconosce il ruolo che queste  fonti vecchie ed inquinanti hanno nel causare la crisi climatica.

Non c’è inoltre alcun impegno concreto a porre fine alla dipendenza globale da carbone, petrolio e gas. Il testo è lungo solo 850 parole.

È una situazione inaccettabile: per questo stiamo chiedendo ai negoziatori di opporsi a Paesi come l’Arabia Saudita e l’Australia, che essendo produttori di combustibili fossili oggi stanno paralizzando le ambizioni dei negoziati in corso a Glasgow.

Per riuscire a trasformare questo appuntamento in un successo, durante questa seconda settimana di COP26 i negoziatori devono far sì che:

dai colloqui emerga la necessità di limitare l’aumento della temperatura globale entro 1,5°C, altrimenti i leader firmeranno una condanna per molti Paesi, e non un patto sul clima;il testo dell’accordo impegni i governi a eliminare gradualmente i combustibili fossili, o non si raggiungerà l’obiettivo di 1,5°C; non si ricorra a scappatoie, greenwashing o false soluzioni;i governi isolino l’Arabia Saudita, l’Australia e il Brasile, e sostengano i Paesi più vulnerabili agli impatti della crisi climatica.

Non c’è scusa che tenga, se vogliamo mantenere in vita l’obiettivo 1,5°C dovranno essere aggiunte al testo le parole: “uscire dai combustibili fossili”.

greenpeace   
I più recenti
Il clima cambia, la politica no: il nostro messaggio per Matteo Salvini e il governo
Il clima cambia, la politica no: il nostro messaggio per Matteo Salvini e il governo
Come funziona il greenwashing delle aziende fossili
Come funziona il greenwashing delle aziende fossili
Quanta neve ha fatto quest’anno in Italia? Le notizie sono buone solo a metà
Quanta neve ha fatto quest’anno in Italia? Le notizie sono buone solo a metà
Come funziona il greenwashing nella cosmetica e come evitarlo
Come funziona il greenwashing nella cosmetica e come evitarlo
Le Rubriche

Tessa Gelisio

Fin da piccola Tessa Gelisio si occupa di ambiente collaborando con associazioni...

Claudia Mura

Nata a Cagliari nel 1968, si è laureata in Filosofia nel 1997. Dopo alcune...

Stefania Divertito

Napoletana, è giornalista d’inchiesta, comunicatrice e scrittrice specializzata...

Roberto Zonca

Nato a Cagliari il 10 giugno del 1974. Giornalista professionista, perito...

Serena Ritarossi

Di origine ciociara, classe '94, si laurea in Editoria e Scrittura alla Sapienza...

Greenpeace

Greenpeace è una organizzazione globale indipendente che sviluppa campagne e...

Ignazio Dessì

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Consorzio Costa Smeralda

Il territorio gestito dal Consorzio Costa Smeralda è il tratto costiero della...

LegAmbiente

Associazione senza fini di lucro, fatta di cittadini e cittadine che hanno a...

Animali Senza Casa

Animali senza casa è un sito che raccoglie più di 1500 annunci di cani e gatti...

Paola Babich

Giornalista professionista. S'occupa di ambiente, turismo, attualità, cultura...